24.5 C
Rome
lunedì 26 Luglio 2021
24.5 C
Rome
lunedì 26 Luglio 2021
HomecultureBrasile, la protesta al Mondiale corre sui muri

Brasile, la protesta al Mondiale corre sui muri

«Esprimere i sentimenti di un Paese» attraverso l’arte, la cultura. Nelle città brasiliane il popolo fa sentire la sua rabbia anche grazie ai murales.

«Serve cibo non calcio». Chi ha dipinto il murale vicino a una scuola di San Paolo non avrebbe potuto essere più esplicito. «È un bel modo per esprimere i sentimenti della gente e i problemi di un Paese. Visto che il governo non vuole che si sappiano certe cose, forse per vergogna, abbiamo deciso di mostrarle noi, di esibirle al pubblico, nella speranza di essere presi sul serio. Sarebbe ora», ha spiegato l’artista di graffiti Paulo Ito.

Anche Popoff crede che l’arte possa essere uno strumento efficace e potente per esprimere rabbia e malcontento, e per rivendicare istanze sociali. E così, abbiamo deciso di mostrarvi una galleria di murales apparsi in diverse città brasiliane. Eccola.

Articolo precedenteLa guerra, morte dell’informazione
Articolo successivoEn passant

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

G8, poca luce sotto il Qr Code

Fare Luce, innovativa installazione tecnologica, ideata dal direttore Livermore che apre il G8 PROJECT del Teatro Nazionale di Genova [Carlo Rosati]

Cuba, l’urlo di Padura

A questo avvertimento disperato delle rivolte popolari, le autorità cubane non dovrebbero rispondere con gli slogan abituali [Leonardo Padura]

Genova, è ancora il giorno di Carlo

Vent'anni fa l'omicidio di Carlo Giuliani, ucciso da un carabiniere che non sarebbe mai stato processato. L'agenda dei movimenti parte a fianco dei licenziati della Gkn. A Napoli contro il G20

Così don Gallo festeggiò i suoi 73 anni

Il 18 luglio 2001 Andrea Gallo festeggiò a modo suo i suoi 73 anni. Il giorno appresso era in piazza a Genova

Genova, vent’anni dopo: da dove si ricomincia? L’assemblea in dirett...

Genova, domani 20 luglio tutti in piazza Alimonda. Oggi l'assemblea nazionale dei movimenti