26.4 C
Rome
martedì 22 Giugno 2021
26.4 C
Rome
martedì 22 Giugno 2021
HomecultureLa guerra, morte dell'informazione

La guerra, morte dell’informazione

Un giornalista della tv russa e il suo fonico uccisi da un esplosione sul fronte ucraino. Omaggio di Popoff a Igor Kornelyuk e Anton Voloshin.

di Redazione

In guerra c’è la morte dell’informazione. Letteralmente. Il giornalista Igor Kornelyuk e il suo fonico Anton Voloshin non hanno avuto nemmeno il tempo di accorgersi che la loro vita stava per cessare. Si trovavano a Lugask, nel sud-est dell’Ucraina. Stavano raccontando il conflitto per conto di “Rossia 24”, quando l’esercito ucraino ha iniziato a cannoneggiare la città. Il cameraman è, invece, rimasto illeso. Popoff ha deciso di rendere omaggio ai due coraggiosi reporter mostrando due video montati in loro ricordo dalla televisione “Russia Today”.


In ricordo di Igor Kornelyuk.


In ricordo di Anton Voloshin.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Così i fascisti francesi volevano avvelenare il cibo halal

Come un infiltrato ha ingannato i "patrioti" che stavano pianificando attacchi islamofobi [Matthieu Suc]

Per il Vaticano l’omotransfobia è libertà religiosa

Ddl Zan, il Vaticano impugna il "relitto fascista" del Concordato per bloccare il Ddl Zan. Il Pd disposto a trattare la resa

Novara, un omicidio insanguina lo sciopero della logistica

Un padroncino travolge un sindacalista Adl Cobas a Biandrate nel giorno dello sciopero della logistica

Nicaragua: Ortega fa arrestare la comandante Dos

Nicaragua, il regime di Ortega ha arrestato Dora Maria Téllez, la Comandante Dos, figura di spicco della rivoluzione sandinista

Scatti di un Paese che cade, e si rialza. Forse

A Genova, L’Italia di Magnum da Robert Capa a Paolo Pellegrin. Alla loggia degli Abati di Palazzo Ducale fino all’8 luglio