28.7 C
Rome
martedì 3 Agosto 2021
28.7 C
Rome
martedì 3 Agosto 2021
HomecultureIraq, l’Isis ordina l’infibulazione per tutte le donne

Iraq, l’Isis ordina l’infibulazione per tutte le donne

I jihadisti iracheni e siriani hanno già imposto la concessione delle ragazze vergini ai propri guerriglieri, la segregazione dei sessi nelle università e la lapidazione delle adultere.

 

di Franco Fracassi

 

ISIS shooter

 

Mutilazioni genitali per tutte le donne del califfato, a cavallo tra Iraq e Siria. L’ordine viene direttamente dal leader dell’Isis (lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante) Abu Bakr al Baghdadi. «La pratica è stata imposta dal Profeta (Maometto). Applicheremo la volontà di Dio».

 

L’Isis ha già imposto la concessione delle ragazze vergini ai propri guerriglieri e la segregazione dei sessi nelle università. Inoltre, ha decretato la lapidazione (già avvenuta in molti casi) per le donne adultere.

 

L’Isis lo scorso 29 giugno ha creato uno Stato (non ancora riconosciuto da nessun Paese) a cavallo tra il nord dell’Iraq e il nord-est della Siria.

 

Secondo diversi giornali arabi, ventotto bambine avrebbero già subito l’infibulazione.

 

 

Secondo alcuni giornalisti, diverse decine di donne giovanissime hanno già subito la mutilazione genitale su ordine di al-Baghdadi.

 

Finora la comunità internazionale non ha preso nessuna misura per contrastare, o anche solo per arginare l’Isis. Documenti e testimonianze hanno dimostrato che i guerriglieri dell’Isis vengono armati e finanziati da Arabia Saudita e Turchia, mentre sono stati addestrati da militari statunitensi e britannici.

 

Una manifestazione di donne dell'Isis.
Una manifestazione di donne dell’Isis.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Ascanio Celestini immagina il Museo Pasolini

Celestini, un'anteprima in forma di prove a Fosdinovo per il festival Fino al Cuore della Rivolta [Chiara Nencioni]

Paola e quel brindisi alla vita

E' morta Paola Staccioli, attivista, scrittrice, fondatrice di Osservatorio Repressione

Claudio Giunta e l’apologo della pompa di benzina

Breviario in 15 punti per non perdere la fede nell’intelligenza. Una polemica che parte dalla denuncia del neoliberismo da parte di tre normaliste

Olympics kill the poor, i Giochi ammazzano i più poveri

Tokyo non ama granché queste Olimpiadi, un grande esperimento in una nuova pericolosa fase della pandemia [Chelsea Szendi Schieder]

La trappola del debito incastra le comunali

Comunali 2021: il grande rimosso del debito mentre i faccioni dei candidati già fanno promesse dai cartelloni [Marco Bersani]