3.2 C
Rome
sabato 16 Gennaio 2021
3.2 C
Rome
sabato 16 Gennaio 2021
Home culture Honni soit qui mal y pense. Nessuno vituperi di sciocchezze Laura Pausini

Honni soit qui mal y pense. Nessuno vituperi di sciocchezze Laura Pausini

Ce l’ha come tutte, non l’ha mai usata per raggiungere il successo, ma ormai per la stampa scandalistica è Laura Pausini hot. Un pezzo antigossip

di Federigo Borromeo

images

 

 

 

La notizia è abbastanza scarsa: Laura Pausini, durante un concerto del 24 Luglio in Perù, è uscita in accappatoio sul palco per dare un bis ai propri fan sudamericani. Cantando una canzone sotto l’accappatoio non indossava le mutande e muovendosi sul palco si è intravisto l’interno delle cosce e forse il triangolo pubico. Sembra che la Pausini avesse fatto una rapida doccia per ripresentarsi per il bis al pubblico peruviano. La notizia stranamente e a scoppio ritardato si è diffusa sui giornali italiani online e sui blog il giorno 28 luglio. Apriti cielo dei titoloni da scatola e della replica virale sul web della scena scosciata: “Laura Pasini hot”, “Pausini sexy”, “scena sexy non si sa quanto involontaria per richiamare l’attenzione” e altre amenità del genere.

In primo luogo, bisognerebbe chiedersi chi appena, dopo una doccia, indossa le mutande, visto l’infradiciamento immediato delle stesse.

In secondo luogo, si deve riconoscere che, pur essendo una donna piacente dalle forme generose, con un volto dai bei lineamenti, la Pausini non ha mai usato il proprio corpo sul palco, o sulle riviste di gossip, per avere successo. Il suo successo discende invece da un eccezionale gradimento di pubblico sia in Italia che soprattutto all’estero.

In terzo luogo, la Pausini non appena ha avuto contezza dell’eccesiva apertura dell’accappatoio ha prima chiuso meglio con sobrietà l’accappatoio e ha poi detto ironicamente senza imbarazzo parlando della sua vagina intravista forse per pochi istanti en belle vue “Si è vista? Ho capito, si è vista: la tengo come todas, c’è l’ho come tutte!”.

Sinceramente stento a capire la notizia, tanto più in considerazione dello spirito ironico e decisamente non malizioso della battuta della Pausini.

Siamo costantemente invasi dalla pornocrazia di alcune giovani donne di potere. Gossip sui loro capelli biondi ondeggianti vaporosi alla Camera dei deputati in vestiti azzurro Balestra, centimetri quadrati di carne in più che si intravedono nello serate ultracafonal romane dagli improbabili vestiti rosa shocking o verde pastello mentre cotali gentili donzelle salgono in macchina o si pappano un gelatone alla banana, olgettine e assimilate che si fanno intervistare mezze nude, paladine scosciate del PDL che ostentano le ennesime ricostruzioni chirurgiche…

Laura Pausini non appartiene alla categoria di questi strani personaggi: vi prego, pipparoli gossippari, non mischiatela tra questi osceni e volgari esseri umani!

E’ una donna apprezzata per la sua professione di cantante, fiera della sua femminilità, senza vergogna (ce l’ho come tutte!). Honni soit qui mal y pense.

3 COMMENTI

  1. Se non vedi la notizia, perché ne scrivi? Ho avuto la sfortuna di assistere a Parigi ad un concerto che fra gli ospiti contava Laura Pausini che si è permessa di correggere in modo maleducato il conduttore/traduttore che l’aveva presentata, da brava ignorante non si naturalmente accorta della figuraccia che ha fatto, e per l’ennesima volta mi son detta che ci son persone che non meritano quello che il “destino”, si fa per dire, gli ha dato!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Cucchi, l’appello potrebbe costare caro ai carabinieri

Chieste pene più severe per chi pestò Stefano Cucchi e per il maresciallo che, secondo la prima sentenza, organizzò il depistaggio

Cancellare il debito si può. Ce lo dice l’Europa

Il principio "pacta sunt servanda" - per cui uno Stato deve rispettare gli obblighi - non è assoluto. Importante sentenza europea [Eric Toussaint]

What’s Next for the Left? Qual’è il prossimo passo per la sinistra Usa

Mentre Biden si prepara a prestare giuramento il 20 gennaio, come si configura questa prospettiva per la sinistra statunitense? [Barry Eidlin]

Eshkol Nevo, la salvezza senza tragedia

La morte della tragedia nei "Tre Piani" di Eshkol Nevo, edito da Neri Pozza e messo in scena da un film di Nanni Moretti [Margherita Marchetti]

La distanza dalla scuola della Dad

Scuola, la Dad/Ddi non è la soluzione ma è parte del problema. L'intervento di tre collettivi: Ninand@, Castelliascuola, Cattive Ragazze