giovedì 14 Novembre 2019

Matrimonio no, sposalizio sì. Capossela e il treno dell’Irpinia

Matrimonio no, sposalizio sì. Capossela e il treno dell’Irpinia

Il 20 agosto parte il Calitri Sponz Fest, ideato e diretto da Vinicio Capossela. Treni e sogni lungo i binari dismessi tra Avellino a Rocchetta.

Video intervista di Maurizio Zuccari e Massimo Lauria

Dal 20 al 31 agosto l’Alta Irpinia fa da scenografia al Calitri Sponz Fest, il festival dell’impossibile per celebrare il giorno dello sposalizio, ideato da Vinicio Capossela questa volta nel ruolo di direttore artistico. Durante gli undici giorni, da attraversare a piedi lungo la tratta ferroviaria in disuso che collega Avellino a Rocchetta, la valle d’Ofanto ospiterà anche il Calitri Sponz Film Fest: un concorso internazionale di cortometraggi dedicati proprio all’unione.

 

manifesto

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.