19.3 C
Rome
martedì 26 Gennaio 2021
19.3 C
Rome
martedì 26 Gennaio 2021
Home malapolizia Caso Magherini, il processo si farà

Caso Magherini, il processo si farà

Per la Procura è omicidio colposo: cocaina e asfissia le cause della morte. Il legale della famiglia: «Pensiamo ad un omicidio preterintenzionale». Accusati 4 carabinieri e 3 operatori del 118.

di Massimo Lauria

Riccardo-Magherini-11_11

Riccardo Magherini sarebbe morto per uso eccessivo di cocaina e per asfissia, dovuta anche alle modalità con cui operarono i carabinieri. È questa l’ipotesi della Procura di Firenze, che ha comunicato la chiusura delle indagini sull’omicidio dell’ex calciatore fiorentino. Sotto accusa sette persone, i quattro militari che la sera del 3 marzo scorso fermarono il quarant’enne nel capoluogo fiorentino e tre operatori del 118. È un’ipotesi che però non convince il legale della famiglia, Fabio Anselmo: «Riguardo la configurazione dei reati – ha spiegato l’avvocato – ritengo che questa sia tutt’altro che definitiva, avremo da discutere. Noi riteniamo possa essere un omicidio preterintenzionale».

Dopo un primo momento in cui si temeva per l’archiviazione del procedimento, per i familiari di Magherini ora si accende almeno speranza di far luce su questa brutta storia. «Siamo soddisfatti. È merito della costanza della famiglia Magherini, a dispetto delle archiviazioni annunciate, se avremo un processo», insiste Anselmo.

Secondo la Procura le modalità con cui Magherini venne immobilizzato e ammanettato furono imprudenti e difformi ad una direttiva del Comando generale dell’Arma. Ovvero ad uccidere il ragazzo, stando a quanto risulterebbe nell’avviso di chiusura indagini, sarebbe stata anche la modalità di contenzione operata dai carabinieri. Mentre i tre opertatori del 118, scrivono i giudici, non hanno saputo valutare correttamente la gravità della situazione, non intervenendo per limitare gli effetti dell’asfissia. Estranei al procedimento, invece, gli altri quattro sanitari accorsi con una seconda ambulanza.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

La Società della Cura lancia un Recovery Planet

Col Recovery Plan l'Unione europea tenta di riproporre la gabbia liberista. La Società della Cura prova a forzare quella gabbia

Conte sale al Colle con le dimissioni in tasca

La scelta delle dimissioni non ferma la caccia ai 'responsabili’. Anzi, offre a Conte tempi supplementari per l'ipotesi di coalizione Ursula

Marasma, il serial killer nei manicomi

Bambini e le donne segregate ingiustamente nei manicomi prima della legge 180. Un documentario e un seminario su Zoom

Regolamento di conti al Campidoglio: Raggi fa fuori il suo vice

Roma, la sindaca Raggi dimissiona Luca Bergamo, assessore alla Cultura. L'Arci: «Si sancisce il più tetro inverno della progettazione culturale»

NoTav, la protesta di Dana alle Vallette, 32 condanne al maxiprocesso

Dana Lauriola, portavoce No Tav in sciopero della fame a oltranza con altre due detenute per rivendicare i diritti negati nel carcere delle Vallette