25.1 C
Rome
venerdì 12 Agosto 2022
25.1 C
Rome
venerdì 12 Agosto 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
HomecultureLariam/meflochina: l'antimalarico che fa impazzire i soldati

Lariam/meflochina: l’antimalarico che fa impazzire i soldati

Largamente utilizzato nelle forze armate di Usa e Regno Unito, tra gli effetti collaterali del farmaco ci sono gravissimi disturbi psichiatrici

di Marina Zenobio

militari

Nonostante sia stato più volte segnalato per i suoi effetti collaterali sul sistema nervoso, da oltre sette anni l’esercito britannico prescrive ai suoi effettivi il Lariam/meflochina, farmaco contro la malaria prodotto dalla casa farmaceutica Roche. La conseguenza: oltre 700 militari ricoverati con gravissimi disturbi psichiatrici.

Questo accade nonostante che sul foglietto illustrativo del farmaco, paragrafo effetti collaterali, c’è una sezione che recita testualmente: “ Reazioni avverse di natura neuropsichiatrica: la meflochina può indurre sintomi psichiatrici come disturbo d’ansia, paranoia, depressione, allucinazioni e psicosi. I sintomi psichiatrici come incubi, ansia acuta, depressione, agitazione o confusione devono essere considerati prodromici per eventi più seri. Sono stati riportati casi di suicidio, pensieri suicidi, pensieri autolesionistici e tentativo di suicidio”.

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page

A rivelarlo è un articolo sul quotidiano The Independent basato sul una informativa elaborata dal Ministero della Difesa del Regno Unito in risposta ad una interrogazione parlamentare.lariam

 

Solo nel primo semestre di quest’anno circa 1.200 effettivi hanno assunto il farmaco e 101 di essi (l’8,4%) sono stati costretti al ricovero in ospedali psichiatrici militari o registrati come pazienti con disturbi mentali. Dal 2008 ad oltre 16.000 soldati è stato prescritto il Lariam/meflochina ed oltre 700 sono stati internati con diagnosi di malattie psichiatriche.

 

“Una cifra importante che dimostra perché il Ministero della Difesa non dovrebbe più permettere la prescrizione del Lariam/meflochina” ha dichiarato la parlamentare del Labour Party Madeleine Moon, nel prendere atto delle statistiche ufficiali. “E’ evidente – secondo Moon – che l’aumento della prescrizione comporta un incremento del numero di pazienti a cui sono stati diagnosticati problemi di salute mentale”.

L’ex ministro delle Forze Armate Nick Harvey, ora portavoce per la Difesa e in parlamento per il Liberal Party, ha condiviso le preoccupazioni di Moon. “Sono cifre che rivelano una proporzione inquietante di personale con sintomi psicologici” ha dichiarato in Parlamento aggiungendo: “ Il Larian è solo uno dei farmaci contro la malaria […] Attualmente ci sono alternative disponibili con effetti secondari meno rischiosi. Il Ministero della Difesa deve prendere in considerazione con urgenza le altre opzioni”.

Tuttavia, l’Esecutivo britannico non sembra avere alcuna fretta a prendere in considerazione altre opzioni. Sembra che il Larian non solo soddisfi loro, ma anche le autorità militari degli Stati Uniti, che iniziarono a prescrivere il farmaco per prevenire il contagio della malaria già dagli anni ’70 del secolo scorso. Da allora i medici statunitensi hanno diagnosticato un gran numero di casi di ansia, compresi disturbi paranoici provocati da questa pericolosa sostanza. Ma non hanno mai smesso di usarla.

Forse perché la meflochina oltre a produrre panico estremo e paranoia, induce chi l’assume ad una rabbia incontrollata, nonché a dissociazione al punto che un militare può realizzare un atto criminale convinto che lo stia compiendo un’altra persona. Un caso ad esempio che ha superato il top secret militare è quello del sergente dell’esercito Usa, Robert Bales, responsabile dell’assassinio di 16 civili afghani nel 2012.

L’ex psichiatra del U.S. Army, Elspeth Cameron Ritchie, ed altri suoi colleghi, hanno pubblicato di recente, sull’ American Academy of Psychiatry and the Law che il Larian può indurre a “suicidi apparentemente spettacolari e impulsivi” e può portare a “distacco dalla realtà e depersonalizzazione, atti compulsivi e una curiosità morbosa verso la morte”. Segnalano inoltre che ci sono ben 5 altri farmaci contro la malaria elencati dal Centro di controllo e prevenzione delle malattie infettive a cui si potrebbe ricorrere, ma quello prodotto dalla Roche è il più conveniente.

Proprio perché più conveniente, il Larian della Roche è utilizzato anche tra le popolazioni civili di quei paesi dove la malaria è endemica, ma in tal senso non esistono studi o statistiche sulle conseguenze.

Fonte The Independent

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il lavoro avvelenato dell’Agenda Draghi

Occupazione. La nota Istat sulle tendenze dell’occupazione tratteggia un quadro ben più fosco [Cristina Quintavalla]

Rosa oltre il mito

Rosa Luxemburg, il nostro tempo ha molto da imparare dagli scritti della grande rivoluzionaria assassinata nel 1919 [Romaric Godin]

Perché amare Garcia Marquez e Cent’anni di solitudine

In occasione del cinquantacinquesimo anniversario di Cent'anni di solitudine, il capolavoro di Gabriel Garcia Marquez [Ariel Castillo Mier]

Cina nella trappola della crisi immobiliare

La Cina è incapace di un nuovo modello economico per questo Pechino potrebbe sfruttare la questione Taiwan [Romaric Godin]

Ulivi millenari, un’azione popolare per difenderli

In provincia di Brindisi, i cittadini hanno incardinato una Azione Popolare a difesa degli Ulivi plurisecolari e millenari