10.4 C
Rome
mercoledì 27 Gennaio 2021
10.4 C
Rome
mercoledì 27 Gennaio 2021
Home quotidiano movimento Scup non si arrende. Occupato un altro stabile

Scup non si arrende. Occupato un altro stabile

Poche ore dopo lo sgombero di via Nola, gli attivisti e le attiviste di Scup hanno occupato un altro stabile nei pressi della stazione Tuscolana

Scup in festa per la nuova occupazione in via della Stazione Tuscolana a Roma
Scup in festa per la nuova occupazione in via della Stazione Tuscolana a Roma

Non hanno perso tempo le compagne e i compagni di Scup (Sport e Cultura Popolare). Dopo aver assistito allo sgombero manu militari, con tanto di ruspe e martelli pneumatici, del loro spazio occupato a Roma, in via Nola 5; dopo aver passato buona parte della giornata in strada tra attività ludico-culturali e assemblea cittadina, alle 18 hanno organizzato un corteo partecipatissimo che li ha portati fino a via della Stazione Tuscolana 84.

Erano le 20, dodici ore circa dopo lo sgombero di via Nola, quando lì hanno occupato uno stabile di proprietà delle Ferrovie dello stato. Le forze dell’ordine, in assetto antisommossa hanno osservato da lontano l’operazione e poi, al termine dell’occupazione, hanno lasciato la via.

Li abbiamo lasciati mentre era in corso quella che hanno definito l’assemblea degli accolli, cosa fare e chi lo farà. Una assemblea organizzativa piena di entusiasmo nonostante la stanchezza fisica, ma anche emotiva per aver visto distruggere dalle ruspe quanto avevano costruito in questi ultimi tre anni. Intanto si attendeva la cena, preparata dalla trattoria del Corto Circuito i cui locali, proprio il giorno prima, erano stato sigillati.

Le prossime ore per la nuova occupazione saranno importantissime per capire se lo stabile, in condizioni piuttosto precarie, sarà adatto ad ospitare le molteplici attività ludiche, sportive, culturali e politiche che caratterizzano Scup. Ma la rapidità con cui hanno reagito allo sgombero fa ben sperare e “riprendiamoci la città” sembra sempre meno solo uno slogan.

L'interno della nuova occupazione
L’interno della nuova occupazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Ursula e Confindustria dietro la telenovela dei “responsabili”

Crisi di governo, i responsabili ci sono ma non bastano. La paura di elezioni anticipate paralizza la possibilità di mobilitazioni sociali

La Società della Cura lancia un Recovery Planet

Col Recovery Plan l'Unione europea tenta di riproporre la gabbia liberista. La Società della Cura prova a forzare quella gabbia

Conte sale al Colle con le dimissioni in tasca

La scelta delle dimissioni non ferma la caccia ai 'responsabili’. Anzi, offre a Conte tempi supplementari per l'ipotesi di coalizione Ursula

Marasma, il serial killer nei manicomi

Bambini e le donne segregate ingiustamente nei manicomi prima della legge 180. Un documentario e un seminario su Zoom

Regolamento di conti al Campidoglio: Raggi fa fuori il suo vice

Roma, la sindaca Raggi dimissiona Luca Bergamo, assessore alla Cultura. L'Arci: «Si sancisce il più tetro inverno della progettazione culturale»