20.6 C
Rome
domenica 18 Aprile 2021
20.6 C
Rome
domenica 18 Aprile 2021
Homequotidiano movimentoScup non si arrende. Occupato un altro stabile

Scup non si arrende. Occupato un altro stabile

Poche ore dopo lo sgombero di via Nola, gli attivisti e le attiviste di Scup hanno occupato un altro stabile nei pressi della stazione Tuscolana

Scup in festa per la nuova occupazione in via della Stazione Tuscolana a Roma
Scup in festa per la nuova occupazione in via della Stazione Tuscolana a Roma

Non hanno perso tempo le compagne e i compagni di Scup (Sport e Cultura Popolare). Dopo aver assistito allo sgombero manu militari, con tanto di ruspe e martelli pneumatici, del loro spazio occupato a Roma, in via Nola 5; dopo aver passato buona parte della giornata in strada tra attività ludico-culturali e assemblea cittadina, alle 18 hanno organizzato un corteo partecipatissimo che li ha portati fino a via della Stazione Tuscolana 84.

Erano le 20, dodici ore circa dopo lo sgombero di via Nola, quando lì hanno occupato uno stabile di proprietà delle Ferrovie dello stato. Le forze dell’ordine, in assetto antisommossa hanno osservato da lontano l’operazione e poi, al termine dell’occupazione, hanno lasciato la via.

Li abbiamo lasciati mentre era in corso quella che hanno definito l’assemblea degli accolli, cosa fare e chi lo farà. Una assemblea organizzativa piena di entusiasmo nonostante la stanchezza fisica, ma anche emotiva per aver visto distruggere dalle ruspe quanto avevano costruito in questi ultimi tre anni. Intanto si attendeva la cena, preparata dalla trattoria del Corto Circuito i cui locali, proprio il giorno prima, erano stato sigillati.

Le prossime ore per la nuova occupazione saranno importantissime per capire se lo stabile, in condizioni piuttosto precarie, sarà adatto ad ospitare le molteplici attività ludiche, sportive, culturali e politiche che caratterizzano Scup. Ma la rapidità con cui hanno reagito allo sgombero fa ben sperare e “riprendiamoci la città” sembra sempre meno solo uno slogan.

L'interno della nuova occupazione
L’interno della nuova occupazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Val Susa, lacrimogeni ad altezza d’uomo, grave un’attivista No Tav

Giovanna dovrà essere operata. La polizia: ferite incompatibili con un lacrimogeno. Perché la protesta a San Didero

Il virus della stanchezza

Il Covid-19 ci spinge verso una stanchezza collettiva. Perché ci sentiamo così stanchi? [Byung-Chul Han]

Che cosa abbiamo imparato dalla pandemia

Da oggi a domenica La lezione del 2020. Spunti per il futuro, cento voci on line per un "quasi festival" della sinistra

Il vaccino razzista di Israele

La denuncia di 165 ong palestinesi: discriminati sia i palestinesi che vivono in territorio israeliano, sia quelli di Gaza e Cisgiordania

Che cosa è una setta. Rai doc lo spiega con una serie

L'annuncio di Rai doc, una docuserie sulle psico-sette firmata da Massimo Lauria e Monica Repetto