19.3 C
Rome
venerdì 25 Giugno 2021
19.3 C
Rome
venerdì 25 Giugno 2021
HomecultureI mostri medievali come simboli della vita politica

I mostri medievali come simboli della vita politica

“L’animale politico. Agostino, Aristotele e altri mostri medievali”, un testo di Gianluca Briguglia che spiega  il fatto politico globale

di Carlo Scognamiglio

Carta-Marina-di-Olaus-Magnus-1539

Gianluca Briguglia ha da poco pubblicato per l’editore Salerno un libricino agile ed elegante, intitolato L’animale politico. Agostino, Aristotele e altri mostri medievali. Il percorso tracciato dall’autore è assai originale, e si muove con competenza sul tema della definizione aristotelica della natura umana connessa all’agire politico e sociale, con variazioni filosofiche, storiche e letterarie.

I riferimenti colti e accurati di Briguglia non devono spaventare il lettore poco avvezzo alle frequentazioni dei testi medievali, perché l’autore riesce bene a costruire una riflessione leggera nello stile e mai banale nei contenuti.

Il volumetto si articola in sei capitoli, che prendono le mosse dalla lezione dello Stagirita, per poi attraversare l’impronta inestimabile consegnata da Cicerone alla storia del pensiero politico, andando infine a inanellare una serie interessantissima di considerazioni sul dibattito medievale intorno alle origini dell’umanità, al peccato, e alla nascita della società politica.

Oscillando sempre tra racconto biblico e costruzione di un’esemplificazione globale del fatto politico, vengono poi evocati i cosiddetti “mostri” di tanti anni fa. Partendo dal mito di Nembrot, per passare ai “pigmei” e alla Cerere di Boccaccio, si riflette sull’origine della civiltà, e al tempo stesso sull’essenza del nostro tempo, perché, come avverte lo tesso autore nella sua introduzione, ragionare “sulla natura sociale e politica dell’essere umano” significa meditare “sul perimetro possibile di costruzione della società e della politica

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Quanto costerà agli ungheresi l’omofobia di Orban

La legge omofoba ungherese ha sconvolto l'agenda del vertice UE. Diciassette leader chiedono sanzioni. Gli scenari [Ludovic Lamant] 

Ogni movimento ha un filo che lo porta a Genova

Si va verso il ventennale di Genova e partiamo seguendo una delle tracce seminate da Guadagnucci e Agnoletto con «L'eclisse della democrazia»

Stracciamo il Concordato: Ddl Zan ora!

Il Vaticano invade lo spazio pubblico, la destra familista gioca col fuoco, il dibattito nel mondo femminista Il Vaticano fa...

Catalogna, l’ambigua grazia di Sànchez

I nove leader catalani ancora in prigione sono stati graziati ma Sánchez chiude la porta alle vere amnistie [Ludovic Lamant]

Così i fascisti francesi volevano avvelenare il cibo halal

Come un infiltrato ha ingannato i "patrioti" che stavano pianificando attacchi islamofobi [Matthieu Suc]