21.8 C
Rome
lunedì 8 Agosto 2022
21.8 C
Rome
lunedì 8 Agosto 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
Homepadrini & padroniTerzo Valico: amianto negli scavi, ruspe ferme, No Tav agitati

Terzo Valico: amianto negli scavi, ruspe ferme, No Tav agitati

Stop agli scavi a Campomorone dopo la scoperta di amianto nello smarino. Sindaco e imprese rassicurano ma i No Tav non si fidano: «Anzi, sentiamo proprio il bisogno di agitarci»

di Checchino Antonini

valverde-no-tav-ferriera-ceranesi-39887.660x368

C’è amianto, tossico, negli scavi per il Tav a Campomorone. Stop temporanei degli scavi. Quello che denunciano i No Tav si sta materializzando tra Liguria e Piemonte, nel cantiere per il tunnel del Terzo Valico. Il consorzio Cociv, che sta realizzando la devastante e inutile grande opera, ha riscontrato la presenza di amianto nelle rocce di scavo del tunnel della ‘finestra’ a Campomorone nella frazione di Cravasco bloccando il cantiere in attesa della messa in sicurezza. La sindaco di Campomorone, Paola Guidi, ne dà annuncio a margine della presentazione del via ai lavori delle opere viarie accessorie all’alta velocità ferroviaria Genova-Milano, previste nelle zone di Genova-Pontedecimo, Ceranesi e Campomorone. Tutte le procedure di sicurezza sarebbero state adottate, tutti i protocolli d’allerta sarebbero già in essere, così giura la sindaco, respondabile della salute pubblica del suo teritorio, ma i lavori del cantiere sono fermi, verrà rimosso, si spera in sicurezza tutto il materiale amiantifero. Asl e Arpal all’ingresso dello scavo non avrebbero registrato la presenza di amianto nell’aria. Ettore Pagani, direttore del Cociv, ha ammesso il superamento del limite dell’amianto nel terreno, giura di aver messo immediatamente in sicurezza lo smarino (il materiale di risulta dallo scavo) e preso già accordi con le Asl per concordare il piano operativo per lo smaltimento. Gli scavi riprenderanno dopo la pausa estiva.

«Si avvera per l’ennesima volta quanto i No Tav sostengono da anni e le rassicurazioni del Sindaco di Campomorone e del Cociv non ci tranquillizzano per nulla. Anzi, sentiamo proprio il bisogno di agitarci», scrive il movimento sul sito notavterzovalico.info.

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page

terzo-valico-campomorone-cravasco-296135.660x368

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il lavoro avvelenato dell’Agenda Draghi

Occupazione. La nota Istat sulle tendenze dell’occupazione tratteggia un quadro ben più fosco [Cristina Quintavalla]

Rosa oltre il mito

Rosa Luxemburg, il nostro tempo ha molto da imparare dagli scritti della grande rivoluzionaria assassinata nel 1919 [Romaric Godin]

Perché amare Garcia Marquez e Cent’anni di solitudine

In occasione del cinquantacinquesimo anniversario di Cent'anni di solitudine, il capolavoro di Gabriel Garcia Marquez [Ariel Castillo Mier]

Cina nella trappola della crisi immobiliare

La Cina è incapace di un nuovo modello economico per questo Pechino potrebbe sfruttare la questione Taiwan [Romaric Godin]

Ulivi millenari, un’azione popolare per difenderli

In provincia di Brindisi, i cittadini hanno incardinato una Azione Popolare a difesa degli Ulivi plurisecolari e millenari