domenica 20 Settembre 2020

Electrolux, incubo di una sconfitta di mezza estate

Electrolux, incubo di una sconfitta di mezza estate

101 lavoratori della Elettrolux hanno deciso di lavorare a Ferragosto (a quanto sappiamo, in condizioni disumane, con temperature elevatissime in officina) contro il parere del sindacato

Unknown

di Bruno Morchio*

101 lavoratori della Electrolux hanno deciso di lavorare a Ferragosto (a quanto sappiamo, in condizioni disumane, con temperature elevatissime in officina) contro il parere del sindacato. La sola considerazione che mi viene da fare è questa: che cosa li ha spinti? La paura. La paura di perdere il posto di lavoro, di essere discriminati e di non trovare nel sindacato una forza sufficiente a tutelarli. La Electrolux è una multinazionale svedese che ha “salvato” il loro posto di lavoro. Questo le dà il diritto di chiedere ai lavoratori qualunque sacrificio? La verità è che la legge del mercato è spietata e anche per noi la Cina è vicina, anche quando si ammanta della civile bandiera svedese. Il lavoro non ha più nessun potere

*scrittore

Related posts

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.