martedì 20 Ottobre 2020

Spento un sito razzista che scriveva solo notizie false

Spento un sito razzista che scriveva solo notizie false

Aveva aperto un sito scriveva solo notizie false di stranieri cattivissimi. La polizia postale lo scova e lo denuncia. Lui: «Non sono razzista, lo facevo per soldi». Proprio come ogni razzista

di Francesco Ruggeri

strillone3331

Notizie false per guadagnare soldi con la pubblicità di Google. Crimini compiuti da immigrati ma mai accaduti. Senzacensura.eu, il blog “senza peli sulla lingua”. Ma con il pelo sullo stomaco alto quattro dita. Quella robaccia che gira per mesi sul web grazie a un senso comune deteriorato da anni di razzismo bipartizan. Nome suggestivo: Senzacensura.eu. L’emulo di note trasmissioni Mediaset o di storici quotidiani blasonati che inventano notizie contro i rom, ad esempio, magari pagando figuranti di origine zingara, stavolta, è un ventenne nisseno, arrestato dalla polizia postale della Sicilia Orientale dopo la denuncia di un giornalista locale. Quando l’hanno preso ha detto più o meno “Io non sono razzista ma…”.  La stessa frase di chi conduce quei programmi o scrive quegli articoli. E come loro ha ammesso di averlo fatto per soldi, per sfruttare la viralità che s’innesca ogni volta che si gratta la pancia al mostro chiamato opinione pubblica. Vent’anni e già così “moderno” (e già a piede libero): farà carriera certamente non appena finirà la parentesi dell’accusa di istigazione alla discriminazione razziale che gli pende sul capo. Ora senzacensura.eu non è più on line. Il prossimo sito si chiamerà www.senzavergogna.eu

Related posts

4 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.