24.5 C
Rome
lunedì 26 Luglio 2021
24.5 C
Rome
lunedì 26 Luglio 2021
Homein fondo a sinistraFassina al Pd: «Se c'è election day, pronto a ridiscutere alleanze»

Fassina al Pd: «Se c’è election day, pronto a ridiscutere alleanze»

Stefano Fassina, candidato sindaco di Roma per Sinistra italiana, sconcerta gli alleati del Prc con un’uscita a sorpresa: «Se il Pd accorpa amministrative e referendum, sono pronto a ridiscutere l’alleanza»

di Checchino Antonini

stefano fassina al convegno di Rifondazione sulla sinistra plurale [foto vittore luccio]
stefano fassina al convegno [foto vittore luccio]
«Se cambiate la data del referendum, se il governo stabilisce l’election day anche per la consultazione No Triv, allora sono pronto a ridiscutere le alleanze». Stefano Fassina, candidato sindaco per la Capitale, ha gelato la sala del centro congressi Cavour, di Roma, quando ha voluto rispondere indirettamente all’ennesimo appello del Pd, stavolta giunto per bocca del vicecapogruppo alla Camera, Rosato, a non correre al di fuori di un’alleanza con i democrat. Fassina era ospite di Rifondazione comunista per il convegno “Sinistra: in Europa la fanno plurale”. La sua non è la prima sortita a scuotere i suoi alleati del Prc nella difficile corsa per il Campidoglio. Solo tre giorni fa ha dichiarato di voler correre in ticket con l’ex sindaco Marino, dando vita a primarie parallele a quelle del Pd, per insidiare la corsa di Giachetti, renziano vicepresidente della Camera.

Eppure, Fassina aveva iniziato il suo intervento al convegno ammettendo che i percorsi nelle città – Torino, Bologna, Napoli e Roma – dove Si e Prc partecipano alla medesima coalizione, sono «più ricchi di quello nazionale» che domenica prossima proclamerà la nasciya del nuovo partito.

Nel corso del suo intervento, in cui comunque ha esortato Rifondazione a sciogliersi per prendere parte al processo costituente di Sinistra italiana, ha ammesso che questo avviene «a secco», nella «debolezza delle mobilitazioni sociali» e nemmeno è «abbastanza plurale» visto che lui spera in un’iniezione di cattolicesimo democratico nella cosa che sta contribuendo a fondare. Ma in questo caso, ci si è chiesti in sala, chiederebbe al Vaticano di sciogliersi?

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

G8, poca luce sotto il Qr Code

Fare Luce, innovativa installazione tecnologica, ideata dal direttore Livermore che apre il G8 PROJECT del Teatro Nazionale di Genova [Carlo Rosati]

Cuba, l’urlo di Padura

A questo avvertimento disperato delle rivolte popolari, le autorità cubane non dovrebbero rispondere con gli slogan abituali [Leonardo Padura]

Genova, è ancora il giorno di Carlo

Vent'anni fa l'omicidio di Carlo Giuliani, ucciso da un carabiniere che non sarebbe mai stato processato. L'agenda dei movimenti parte a fianco dei licenziati della Gkn. A Napoli contro il G20

Così don Gallo festeggiò i suoi 73 anni

Il 18 luglio 2001 Andrea Gallo festeggiò a modo suo i suoi 73 anni. Il giorno appresso era in piazza a Genova

Genova, vent’anni dopo: da dove si ricomincia? L’assemblea in dirett...

Genova, domani 20 luglio tutti in piazza Alimonda. Oggi l'assemblea nazionale dei movimenti