giovedì 18 ottobre 2018

Letteraria a Roma: un festival di parola

Letteraria a Roma: un festival di parola

Letteraria 2016 – Festival di Letteratura sociale. Tra Utopie e Distopie dal 10 al 12 giugno a Roma il festival della rivista “Letteraria”  con Wu Ming 1, Wu Ming 2, Goffredo Fofi, Christian Raimo e tanti altri

BASSA-LETTERARIA16-70x100
Wu Ming 1 e Wu Ming 2, Goffredo Fofi, Christian Raimo, Paolo Berdini, Alberto Prunetti, Simone Pieranni, Giuliano Santoro, Giacomo Russo Spena e tanti e tante altri scrittori, giornalisti e musicisti, daranno vita dal 10 al 12 giugno a Roma alla quinta edizione di Letteraria, il festival di letteratura sociale organizzato da Edizioni Alegre e dallo spazio sociale Communia, che prende il nome dalla storica rivista fondata da Stefano Tassinari e di cui è appena uscito l’ultimo numero.
Quest’anno il tema del festival è dedicato alle Utopie utili per traformare il mondo e alla realtà distopica che invece spesso viviamo. Se l’etichetta di “utopico” è il modo più veloce con cui nella vulgata dominante viene bollato qualsiasi tentativo di trasformazione della realtà, immaginare, progettare e praticare l’utopia, può essere invece il vero modo per opporsi allo stato di cose presente, iniziando a svelarne proprio il carattere distopico.
Nelle varie presentazioni di libri verrà opposta alla distopia dell’alta velocità il diritto al paesaggio, alla distopica campagna elettorale per le amministrative l’esperienza della sindaca di Barcellona Ada Colau, alla ricerca di inesistenti “Molenbeek italiane” un modo meticcio di pensare le nostre periferie. Ma si parlerà anche di utopie rivoluzionarie come quella della guerra di Spagna di cui si celebrano gli ottant’anni, e di regimi distopici come quello di al-Sisi in Egitto protagonista dell’atroce tortura e assassinio di Giulio Regeni. Il tutto condito da utopie letterarie, come quelle della collana Quinto Tipo diretta per Alegre da Wu Ming 1.

Non solo presentazioni, ma anche rading musicali, incursioni teatrali e concerti riempiranno il week end di via dello Scalo s. Lorenzo 33, come quello del gruppo punk Wu Ming contingent che si esibirà venerdì 10 alle 23.

Ecco  il programma

Letteraria – Festival di letteratura sociale Tra Utopie e Distopie 

10-11-12 giugno 2016 – Communia, via dello Scalo S.Lorenzo 33 Roma

Venerdì 10 giugno
Ore 18.30 
Utopie e distopie di viaggio
Presentazione del libro “Il sentiero luminoso” di Wu Ming 2 (Ediciclo editore, 2016)
Intervengono:
Wu Ming 2 (autore)
Giuliano Santoro (giornalista e scrittore)
Ore 20.00: Cena
Ore 21.00
Utopie e distopie nel governo delle città
Presentazione del libro “Ada Colau, una città in comune. Da occupante di case a sindaca di Barcellona” di Giacomo Russo Spena e Steven Forti (Alegre, 2016).
Intervengono:
Giacomo Russo Spena (autore)
Christian Raimo (scrittore)
Paolo Berdini (urbanista)
Coordina: Tatiana Montella (Communia Roma – DecideRoma)
Ore 23.00
Utopie e distopie di guerra
Concerto del Wu Ming Contingent
Dall’album Schegge di shrapnel
La narrativa impastata con le sonorità punk
Sabato 11 giugno
ore 17.30
Tra utopie e distopie
Presentazione del nuovo numero della rivista “Letteraria” (n. 3 n.s., Maggio 2016, Alegre)
Intervengono i redattori:
Wu Ming 1
Lorenzo Declich
Alberto Prunetti
Adriano Masci

Ore 19.00
Utopie e distopie letterarie
I libri del futuro: dialoghi del Quinto Tipo tra gli autori dei libri della collana diretta da Wu Ming 1 in uscita nei prossimi mesi.
Intervengono:
Andrea Olivieri
Selene Pascarella
Rosa Mordenti

Coordinano: Wu Ming 1 e Tommaso De Lorenzis
(con incursioni degli autori Quinto Tipo Simone Pieranni, Alberto Prunetti e Giuliano Santoro)
Ore 20.30: Cena
Ore 21.30
Reading musicale dai libri Settantadue di Simone Pieranni e PCSP (Piccola contro storia popolare) di Alberto Prunetti.
Letture e musiche a cura della Compagnia teatrale Garofoli/Nexus
Con interventi degli autori Simone Pieranni e Alberto Prunetti
Ore 23.00 
 Dj set
Domenica 12 giugno 
Ore 17.30
Utopie e distopie di periferia
Confronto tra tre libri su periferie e migrazioni: Al palo della morte. Storia di un omicidio in una periferia meticcia di Giuliano Santoro (Alegre, 2016), I dannati della metropoli. Etnografie dei migranti ai confini della legalità di Andrea Staid (Milieu edizioni, 2014) e Pigneto Banglatown, Migrazioni e conflitti di cittadinanza in una periferia storica romana di Francesco Pompeo (Meti edizioni, 2011).Utopie e distopie rivoluzionarie
Ore 19.00
Utopie e distopie rivoluzionarie
Dalla rivoluzione di Piazza Tahir all’assassinio di Giulio Regeni. Presentazione del libro “Giulio Regeni, le verità negate. La dittatura di al-Sisi e i rapporti tra Italia ed Egitto” di Lorenzo Declich (Alegre, 2016)
Intervengono:
Lorenzo Declich
 (autore)
Amedeo Ricucci (giornalista Rai)
Leonardo Bianchi (Vice.com)Utopie e distopie di periferia
Ore 20.30: Cena
Ore 21.00
Utopie e distopie rivoluzionarie
Ad ottant’anni dall’inizio della guerra civile spagnola, presentazione della nuova edizione de “La mia guerra di Spagna” di Mika Etchébèhere, con prefazione di Goffredo Fofi (Alegre, 2016).
Intervengono:
Goffredo Fofi (scrittore e critico letterario)
Vanessa Roghi (storica – Università La Sapienza)
Coordina: Giulio Calella (Alegre)
 Ore 22.30
Concerto dei San Lorenzo Revolutionary Jazz Ensemble

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.