1.9 C
Rome
domenica 17 Gennaio 2021
1.9 C
Rome
domenica 17 Gennaio 2021
Home culture Morire di lavoro. In scena La Moda dei suicidi

Morire di lavoro. In scena La Moda dei suicidi

Ispirato alla storia vera di France Télécom, la Moda dei suicidi è una piece teatrale itinerante ambientata in una location non convenzionale. A Roma nei week end di dicembre

una manifestazione contro le cause all'origine dell'ondata dei suicidi in France Telecom
una manifestazione contro le cause all’origine dell’ondata dei suicidi in France Telecom

Tra il 2008 e il 2010, 58 dipendenti della società di telefonia France Télécom si sono tolti la vita. Nel mirino l’attività dei manager durante il piano di riorganizzazione.

Ispirato alla storia vera di France Télécom, la Moda dei suicidi è una piece teatrale itinerante ambientata in una location non convenzionale. Il pubblico è introdotto e guidato nei luoghi dove possiamo immaginare che i fatti avvennero.

Nel percorso, attraverso le storie di alcuni dipendenti, si ricostruisce la vicenda della privatizzazione del colosso di telefonia francese attuata con un uso spietato e sistematico del mobbing. Realtà e finzione si confondono.

I personaggi si rivelano, nell’intimità di una stanza, ripercorrono il passaggio dalla normalità al momento in cui si frantuma. E a tratti le parole dei personaggi si mescolano con quelle realmente scritte, lasciate sotto una finestra dai dipendenti che si tolsero la vita.

Morire di lavoro è inaccettabile, eppure la follia a quanto pare resta una tentazione forte laddove le leggi del mercato hanno reso il rapporto tra una grande organizzazione e le persone che lavorano al suo interno mostruoso e a tratti addirittura ridicolo.

Lo scontro non voluto tra due personaggi agli estremi produrrà una situazione grottesca e perfino comica, in un continuo ribaltamento di ruoli destinato a condurci verso un finale imprevedibile.

Dal 25 novembre e per tutti i week end a seguire e finchè c’è pubblico.

Il testo è di Marco Avarello (ma va), la regia di Linda Di Pietro (ma dai)

con Marius Bizău, Vittorio Ciardo, Antonella Civale, Letizia Letza, Marta Nuti, Giuseppe Grisafi, Tiziana Scrocca, Fabio Morici, Marco Zingaro e con dei timidissimi e temeriaramente buttati tra gli attori “veri”: Valentina Daneo, Sabina Mancusi, Uberta Paoluzzi e Piergiorgio Petrilli

 

Prossime date dello spettacolo a Roma: 2-3-4 / 9-10-11 / 16-17-18 dicembre. E’ previsto doppio spettacolo: Venerdì e Sabato ore 20.00 e ore 21.30 | Domenica ore 18.00 e 19.30.

locandina_suicidi_v11_loc

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Cucchi, l’appello potrebbe costare caro ai carabinieri

Chieste pene più severe per chi pestò Stefano Cucchi e per il maresciallo che, secondo la prima sentenza, organizzò il depistaggio

Cancellare il debito si può. Ce lo dice l’Europa

Il principio "pacta sunt servanda" - per cui uno Stato deve rispettare gli obblighi - non è assoluto. Importante sentenza europea [Eric Toussaint]

What’s Next for the Left? Qual’è il prossimo passo per la sinistra Usa

Mentre Biden si prepara a prestare giuramento il 20 gennaio, come si configura questa prospettiva per la sinistra statunitense? [Barry Eidlin]

Eshkol Nevo, la salvezza senza tragedia

La morte della tragedia nei "Tre Piani" di Eshkol Nevo, edito da Neri Pozza e messo in scena da un film di Nanni Moretti [Margherita Marchetti]

La distanza dalla scuola della Dad

Scuola, la Dad/Ddi non è la soluzione ma è parte del problema. L'intervento di tre collettivi: Ninand@, Castelliascuola, Cattive Ragazze