8.2 C
Rome
sabato 15 Maggio 2021
8.2 C
Rome
sabato 15 Maggio 2021
Homecronache socialiAppello: Mai più polizia in università!

Appello: Mai più polizia in università!

L’appello contro la repressione e la violenza della polizia nelle università redatto dagli studenti e dalle studentesse dell’Università di Bologna

di Popoff

bologna

L’università e tutti i luoghi di circolazione e produzione dei saperi non possono essere scenario di repressione militare del dissenso, chiediamo a tutti di sottoscrivere questo appello, di unirsi nel condannare quanto successo poco dopo le ore 17 del 9 febbraio del 2017, nella biblioteca di scienze umanistiche di via Zamboni 36 a Bologna.

Nei giorni seguenti l’opinione pubblica è stata impegnata nel condannare la reazione di studenti e studentesse e non l’azione para-militare condotta dalla celere in una biblioteca su richiesta del Rettore Ubertini dell’Alma Mater Studioroum.

CHIEDIAMO

A tutti gli studenti e a tutte le studentesse di ogni ordine e grado A tutti i docenti e le docenti di ogni ordine e grado

Agli scrittori e alle scrittrici, agli attori e alle attrici, ai musicisti e alle musiciste A tutti gli operatori e le operatrici del mondo dell’educazione e della cultura

Agli uomini e alle donne di questo Paese di prendere parola, di esprimersi, di agitarsi, di indignarsi, di aggregarsi per non permettere che quanto visto il 9 febbraio a Bologna possa ripetersi nuovamente, per non permettere che quell’azione repressiva possa essere normalizzata e considerata dai Rettori delle Università italiane metodo di risoluzione dei conflitti nascenti all’interno dei propri spazi universitari.

Al di là dei tornelli e di quello che rappresentano, al di là delle singole opinioni sulle scelte delle singole amministrazioni universitarie pensiamo che su questo non ci possano essere divisioni o tentennamenti, pensiamo che la ferma condanna di questa inaccettabile azione sia a garanzia di tutti e di tutte.

Studenti e Studentesse dell’Università di Bologna

Primi Firmatari (lista in aggiornamento): Donata Meneghelli, docente UniBoMonica D’asta,docente UniboLaura Stracampiano, docente UniboSandro Mezzadra, docente UniboAndrea Fumagalli, docente UniboAlisa Del Re, docente UnipdGiuseppe Giudice, docente UninaGiso Amendola, docente UnisaVanni Santoni, scrittoreValerio Evangelisti, scrittoreValerio Monteventi, scrittoreNicolò Rondinelli, scrittoreAndrei Ferreri, scrittore e fondatore BepressBenedetto Vecchi, giornalista –Leonardo Tancredi, ass. Piazza GrandeMattia Cipolli, Esamble Concordanze teatro comunale99 Posse Lo Stato SocialeOsservatorio Repressione Haidi Giuliani e Italo Di Sabato, Osservatorio Repressione Eleonora Forenza, eurodeputata – Banda POPolare Emilia Rossa Milena Invernizzi, Connessioni Resistenti

Per aderire all’appello scrivere alla mail: maipiupoliziainuniversita@gmail.com

Per maggiori informazioni vai alla pagina Quelli del 36

1 COMMENTO

  1. Qelli della mia generazione hanno combattuto mille battaglie per la libertà,per la democrazia….hanno preso mille manganellate,ma MAI dentro ad una scuola o addirittura dentro l’università!!!!!! Stiamo ritoenando forse al motto “NE PUNISCI UNO PER EDUCARNE 100”?

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Zona Letteraria, tutta un’altra musica

Imparare ad ascoltare. Anteprima del nuovo numero della rivista Zona Letteraria dedicato a musica e impegno [Alberto Sebastiani]

Perché quello che accade ai palestinesi riguarda anche noi

Vita, terra e libertà. I diritti fondamentali della popolazione palestinese ci riguardano Le notizie sempre più drammatiche che giungono d...

Il peggiore Israele di sempre

Mentre gli estremisti israeliani linciano i palestinesi, e i loro caccia bombardano Gaza, è essenziale capire come siamo arrivati a questo  [Yousef Munayyer]

Gaza: il “giallo” dell’invasione. Tutte le piazze di oggi in I...

Israele aveva detto di essere entrato nella Striscia poi ha smentito. Il bilancio delle vittime palestinesi è salito a 122 morti e più di 800 feriti

Soldati israeliani penetrano nella Striscia di Gaza

Intanto a Gerusalemme: cresce la violenza dell'estrema destra. Finora Israele ha trucidato 83 persone, di cui 17 bambini a Gaza. -20210513&a...