Roma, nessuna soluzione per gli sfrattati a Santi Apostoli

Roma, nessuna soluzione per gli sfrattati a Santi Apostoli

Roma, rinviata di almeno due settimane la soluzione abitativa per le 66 famiglie che vivono da 5 mesi accampate sotto i portici della basilica

ROMA – E’ rinviata di almeno due settimane la possibile soluzione abitativa per le 66 famiglie che vivono da cinque mesi accampate sotto i portici della basilica dei Santi Apostoli, nel cuore di Roma. E’ quanto emerge da un incontro tra i responsabili degli assessorati al Bilancio e patrimonio (Sartore), alle Politiche sociali (Visini) e i rappresentanti dei Movimenti per la casa che questo pomeriggio hanno organizzato un sit-in di protesta sotto la regione Lazio.

Dopo ore di attesa, i manifestanti sono stati ricevuti dai due assessori e da alcuni tecnici anche della segreteria dell’assessorato alla casa. Sul tavolo la possibilità di spostare le famiglie in un immobile a Roma Nord, composto da 55 mini alloggi da 15 metri quadri. La struttura era stata già messa a disposizione dalla regione a fine dicembre nell’ambito dell’emergenza freddo, ma ha incontrato la resistenza del comune di Roma che ha chiesto rassicurazioni e interventi strutturali per decretarne l’agibilità.

“Che le famiglie rimangano in strada ancora oggi è una vergogna – ha detto uno dei portavoce del movimento uscendo dal tavolo con la regione -. Siamo delusi dal fatto che la regione Lazio sia arrivata dopo troppo tempo a mettere a disposizione un luogo per queste famiglie e che abbia rimandato tutti gli incontri fino ad oggi. Non accettiamo che lasci la palla al comune di Roma e che dica che se loro non accettano la regione ne resterà fuori. Per questo abbiamo sollecitato una risposta in tempi brevi e l’incontro di oggi ci è sembrato serio. Gli assessori ci hanno assicurato che l’immobile sarà per le famiglie che vivono a Santi Apostoli, anche se nella disposizione iniziale non sono citate. E che intendono aprire due tavoli, uno tecnico sugli interventi strutturali e l’altro politico, con la prefettura e l’amministrazione comunale. Se entro due settimane questa soluzione non si concretizzerà agiremo con un’azione forte e risolutiva per mettere fine a questa vergogna”.

In piazza oggi c’erano anche le famiglie che vivono accampate a Santi Apostoli. “Abbiamo aspettato tanto ma ora non ce la facciamo davvero più – sottolinea Abdul, di origine marocchina e in Italia da 17 anni, che vive sotto i portici della chiesa con due bambini piccoli -. Questi sono stati 5 mesi di sofferenza, di freddo, di malnutrizione, di vita insopportabile. E’ un’emergenza a cui va posta una fine, anche 15 giorni per noi sono troppi. Lo diciamo: o ci danno una casa o ce l’andiamo a prendere”. (ec)

© Copyright Redattore Sociale

TAG: POVERTÀ, CASA

Print Friendly, PDF & Email

Articoli correlati

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Cookies necessari

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.

__cfduid, csrftoken, JSESSIONID, SESS#
__cfduid
SESS#
JSESSIONID

Cookies per preferenze

I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi

lang, lang
lang
lang

Cookies statistici

I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.

_ga, _gali, _gat, _gid, d
d
_ga, _gali, _gat, _gid

Cookies per il marketing

I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi. Tali dati sono raccolti in forma anonima.

_twitter_sess, ATN, bcookie, bscookie, c, ck1, CMDD, CMID, CMPRO, CMPS, CMSC, CMST, collect, CSNUtId, ct0, drtn#, DSID, everest_g_v2, everest_session_v2, external_referer, gglck, guest_id, i/jot/syndication, id, IDE, khaos, leo_auth_token, lidc, mc, mdata, na_id, na_tc, NID, pcs/activeview, personalization_id, r/collect, rlas3, rtn1-z, test_cookie, UID, UIDR, uuid, visit,
ct0, external_referer, personalization_id
ATN
bcookie, bscookie, leo_auth_token, lidc, RT, visit, _auth
c, khaos
ck1, drtn#, rlas3, rtn1-z
CMDD, CMID, CMPRO, CMPS, CMSC, CMST
collect, NID
CSNUtId
dpixel, mc
DSID, IDE, doubleclick.net, test_cookie
everest_g_v2, everest_session_v2, gglck
id, mdata
na_id, na_tc
pcs/activeview
UID, UIDR
uuid
_pinterest_sess

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?