14.5 C
Rome
martedì 26 Gennaio 2021
14.5 C
Rome
martedì 26 Gennaio 2021
Home in fondo a sinistra Il primo eletto di Potere al Popolo, Sergio Triglia

Il primo eletto di Potere al Popolo, Sergio Triglia

É un portuale il primo eletto di Potere al Popolo. E’ successo a Genova dove si votava anche in un municipio


L’INTERVISTA A SERGIO TRIGLIA DI SIMONA TARSIA DI FIVEDABLIU

E’ un ormeggiatore del porto il primo eletto di Potere al Popolo anche se in un parlamentino municipale: Sergio Triglia, genovese, candidato presidente per PaP al Municipio Centro Ovest, Sampierdarena, dove s’è votato in contemporanea con le politiche. La lista ha riportato 942 voti, pari al 3,05%.

«Ciò è per tutti noi motivo di orgoglio e immenso piacere, perché conosciamo le capacità e la serietà di Sergio. Tutto ciò è il risultato, per nulla scontato, di un ottimo lavoro di squadra e della generosità dei militanti e delle militanti, oltre alle capacità organizzative del Circolo Prc Lenci di S.Teodoro. Sono piccoli segnali, certo, ma è proprio da questi che dobbiamo ripartire», commenta Maurizio Natale, segretario Prc in città.

Dopo Valle D’Aosta (2,56, 1.700 voti), Toscana (1,98-42.284), Lazio 1 (1,79-33.340) e Campania 1 (1,78-27.376), la Liguria (1,37-11.861) è al quinto posto nel risultato di PaP alle politiche con punte nel centro storico genovese dove la coalizione della sinistra alternativa al Pd ha raccolto il 7,3% alla Maddalena, il 5,7% a Prè e il 6,1% al Molo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Marasma, il serial killer nei manicomi

Bambini e le donne segregate ingiustamente nei manicomi prima della legge 180. Un documentario e un seminario su Zoom

Regolamento di conti al Campidoglio: Raggi fa fuori il suo vice

Roma, la sindaca Raggi dimissiona Luca Bergamo, assessore alla Cultura. L'Arci: «Si sancisce il più tetro inverno della progettazione culturale»

NoTav, la protesta di Dana alle Vallette, 32 condanne al maxiprocesso

Dana Lauriola, portavoce No Tav in sciopero della fame a oltranza con altre due detenute per rivendicare i diritti negati nel carcere delle Vallette

Di cosa è davvero fatta la democrazia più grande del mondo

Usa, fascismo, cortine fumogene e alternative. I fatti del 6 gennaio a Washington funzionano come rivelatore [Daniel Tanuro] 

L’altra faccia della crescita cinese

Cina. 503 scioperi in sei mesi. I lavoratori non si compiacciono che vengano compressi i loro salari [Francisco Louçã]