20.7 C
Rome
domenica 13 Giugno 2021
20.7 C
Rome
domenica 13 Giugno 2021
HomemalapoliziaIl cestista: «Abbassa la pistola». L'agente: «Da noi è normale»

Il cestista: «Abbassa la pistola». L’agente: «Da noi è normale»

La denuncia del cestista Mike James, che gioca nel Milano, fermato pistola in pugno mentre passeggiava vicino casa

«Io e miei amici siamo stati vittime di discriminazione razziale da parte della Polizia. Succede anche in Europa…». Mike James, noto cestista della squadra di Milano ha denunciato di essere stato vittima di una sorta di bullismo della polizia. «La Polizia ha fermato me e due miei amici in mezzo a 50 persone che stavano camminando. Sono scesi dall’auto pistole alla mano e ci hanno detto di mostrargli i documenti – aggiunge James sul suo account Twitter – gli ho detto che non gli mostravo niente fino a quando non mettevano via le pistole. Mi hanno detto di star calmo, che era una cosa normale. Non trovo niente di normale nello scendere dell’auto e puntare delle armi alla gente». James ha poi risposto «sì, lo so» a un tweet che gli chiedeva se quanto accaduto fosse riconducibile al fatto che avesse la pelle nera. L’episodio è avvenuto a City Life a Milano vicino all’abitazione del cestista.

2 COMMENTI

  1. In Italia ci sono più africani che italiani. Ci mancava la cantata dello zio tom. A casa vostra la polizia vi mena ad arbitrio, poi venite qua a dare lezioncine ai tutori dell’ordine.
    Peccato che la resistenza e l’oltraggio a pubblico ufficiale quando serve non si usi mai.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scatti di un Paese che cade, e si rialza. Forse

A Genova, L’Italia di Magnum da Robert Capa a Paolo Pellegrin. Alla loggia degli Abati di Palazzo Ducale fino all’8 luglio 

La surreale lotta degli zapatisti per la vita. E contro il capitalismo

Una delegazione degli zapatisti sta salpando per l'Europa. Non per conquistare, ma per connettersi con altri insurgenti [John Holloway]

Taiwan è davvero il posto più pericoloso della terra?

Taiwan, la rivalità tra Cina e Stati Uniti, nonostante l'allarme dell'Economist, non sembra disturbare la vita quotidiana [Alice Herait]

La global tax del G7, un paradiso per le multinazionali

G7: Le multinazionali vanno in Paradiso (fiscale [Marco Bersani, Attac Italia]

Danae non è più sola

Lo sguardo femminile di Zehra Dogan riscrive il mito di Danae. A Villa Brandolini di Treviso la mostra Danae Revisited  [Eliana Como]