1.6 C
Rome
lunedì 17 Gennaio 2022
1.6 C
Rome
lunedì 17 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homeculture«Siamo pronti a ballare nelle vostre caverne!», vota il video dei Montreal

«Siamo pronti a ballare nelle vostre caverne!», vota il video dei Montreal

Melodie alla Killers e atmosfere alla Subsonica. Ecco i Montreal in lizza per il contest di Rock in Roma. Se vi piacciono votateli!

Montreal02_Foto-di-Marta-Boggi_Fotor

I Montreal nascono nell’aprile del 2008 dall’incontro di Matteo Bassan (chitarra) e di Gianluca Marchionne (voce). Il sound dei Montreal raccoglie influenze varie ed eterogenee: sonorità con rimandi ai Klaxons e Kasabian, melodie alla Killers ma anche atmosfere affini ai Subsonica, il tutto condito dall’interessante scelta di cantare in italiano. Hanno all’attivo numerosi live nei maggiori club della Capitale tra cui Mads, Locanda Atlantide, Sinister Noise, Alpheus e Contestaccio. Fino al 2 potete votare il loro video che sta gareggiando al contest del Rock in Roma. Basta un mi piace su youtube a questo indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=LNp-ywvCILA.

Intanto ecco il testo del brano:
Ti farà piacere

E ti farà piacere sapere
che ti sono rimasti due minuti di orgasmo,
l’anarchia non fa per me
ho bisogno di andare sempre a letto presto.
Ma siamo tutti uguali,
me l’hai detto tu,
siamo tutti uguali,
hai spento la tv,
ti farà piacere sapere
che sognare non spegnerà i tuoi istinti peggiori…

Non fa male,
l’euforia che ti brucia addosso,
non ti piace,
più ballare da sola, adesso,
non ti controlli
e non ti accontenti mai…

Tutti alternativi se serve,
siamo pronti a ballare nelle vostre caverne,
non ti devi preoccupare,
fammi un altro sorriso e goditi la festa.
Ma siamo troppo uguali,
me l’hai detto tu,
siamo tutti uguali,
hai scelto la tv,
ti farà piacere sapere
che sognare non spegnerà i tuoi istinti peggiori…

Non fa male,
l’euforia che ti brucia addosso,
non ti piace,
più ballare da sola, adesso,
non ti controlli
e non ti accontenti mai…

Uomini che odiano le donne
se non ora, quando parlerai?
L’anarchia fronteggia le domande
nell’ostaggio della verità
Uomini che studiano le donne
certi sguardi non li eviterai,
la vergogna spegne le domande
nell’ostaggio della verità…
Uomini che odiano le donne
Uomini che studiano le donne
Uomini che odiano le donne
Uomini che odiano le donne

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri 

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi

Pitti uomo e la giostra del lavoro di merda

Nel giorno dell'inaugurazione di Pitti Uomo la denuncia dei lavoratori precari. Gkn "disintossichiamoci da questi livelli di sfruttamento"

«Quel generale anima nera dei depistaggi su Cucchi»

«Chi ha pestato Stefano non si poteva permettere che vedesse un legale di fiducia». Fabio Anselmo ricostruisce il depistaggio

Francia, l’ultima pallottola di Mélenchon

Il leader di France Insoumise è il candidato meglio posizionato nella campagna presidenziale 2022 ma è una figura logorata [Enric Bonet]