22.9 C
Rome
giovedì 29 Luglio 2021
22.9 C
Rome
giovedì 29 Luglio 2021
HomecultureLa Turchia è pronta a invadere la Siria

La Turchia è pronta a invadere la Siria

Mentre Erdogan chiede maggior azione dal palco dell’Assemblea generale dell’Onu, le truppe turche si preparano a invadere la Siria. Ufficialmente, per proteggere i cristiani e combatere l’Isil. In realtà, per cacciare il presidente Bashar al Assad, combattendo al fianco dei terroristi.

 

di Franco Fracassi

erdogan-dan-suriah-1

Recep Tayyip Erdogan si è stufato «dell’attendismo della comunità internazionale». Lo ha detto chiaramente parlando all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. «Bisogna risolvere in fretta la crisi siriana». E così ci pensa lui da solo. Secondo il quotidiano turco Hurriyet, il capo di stato maggiore dell’esercito turco Hulusi Akar ha fatto visita a una località a ridosso del confine siriano per verificare lo stato dei preparativi per l’invasione della Siria.

 

In realtà, l’esercito turco è già presente nel nord della Siria dal luglio 2012. E, sempre le truppe di Ankara, hanno passato il confine con un battaglione il 21 marzo di quest’anno, insieme al Fronte al Nusra (Al Qaida) e all’Esercito dell’islam (finanziato dai sauditi) con lo scopo di conquistare la città di Kassab, a maggioranza armena.

 

Erdogan ha ripetuto alle Nazioni Unite che la Turchia proteggerà i cristiani e si batterà contro il terrorismo. In realtà, tutte le mosse di Ankara sono di tipo espansionistico. A Erdogan dei cristiani non è mai fregato nulla, e i terroristi non solo non li combatte, ma ci si allea per cacciare Assad», ha dichiarato Robert Fisk, il corrispondente in Medio Oriente per il quotidiano britannico “The Independent”.

120623120549-wr-turkish-military-jet-shot-down-by-syria-00025829-story-top

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Insorgere, allora. La lezione di Gkn

“Siamo tutti GKN!” era l'urlo del corteo, a segnare il salto di qualità di una lotta di riunificazione del mondo del lavoro [Cristina Quintavalla]

Genova, mille ore di silenzio contro la guerra

Il 28 luglio, per la millesima volta, un gruppo di pacifiste/i si riunirà sui gradini di Palazzo Ducale. Stavolta la dedica è alle Veglie contro le morti in mare

L’inganno del Pleasure, ma esiste un porno etico?

Tutto quello che c’è da sapere sul porno – e che il film di Ninja Thyberg non ti dice [Monica Mazzitelli]

G8, poca luce sotto il Qr Code

Fare Luce, innovativa installazione tecnologica, ideata dal direttore Livermore che apre il G8 PROJECT del Teatro Nazionale di Genova [Carlo Rosati]

Cuba, l’urlo di Padura

A questo avvertimento disperato delle rivolte popolari, le autorità cubane non dovrebbero rispondere con gli slogan abituali [Leonardo Padura]