giovedì 20 settembre 2018

Il giustiziere notturno ha i panni di Denzel Washington

Il giustiziere notturno ha i panni di Denzel Washington

Arriva al cinema The Equalizer – Il vendicatore, il nuovo film di Antoine Fuqua. Su Popoff la recensione.


Il trailer del film

«Devi rimanere quello che sei ad ogni costo». Chi non ricorda la serie televisiva degli anni Ottanta Un giustiziere a New York? Io di sicuro… no. All’epoca non guardavo molta televisione: in casa vigeva la regola dell’andare a letto non più tardi delle 21.00 e una mezz’oretta di tv era più che sufficiente a scatenare le frustrazioni da telecomando di mia madre. Avevo meno di dieci anni, era nel pieno diritto di negarmi certe visioni. E le sono grata di aver limitato il mio tempo davanti al piccolo schermo. Gli anni Novanta (la serie da noi è arrivata in ritardo) televisivi non erano molto educativi. Grazie mamma!
Bando alle ciance; veniamo al punto. The Equalizer – Il vendicatore è il film tratto dalla suddetta serie televisiva (che non ho visto) e che segna il ritorno della coppia regista/attore formata da Antoine Fuqua/Denzel Washington, uniti per la prima volta in matrimonio in Training Day (all’epoca ero quasi maggiorenne, quindi sì, l’ho visto).

equalizer

Faccio una premessa. Antoine Fuqua è l’unico regista che sia mai riuscito a farmi addormentare al cinema. Avete presente King Arthur? Ecco, io no perché ho cominciato a russare profondamente dopo il primo quarto d’ora. Ora potete capire perché questo regista rappresenta, in un certo senso, una sfida, per me. Qualcosa del tipo “dai Antoine, vediamo se riesci ancora una volta a stendermi sulla poltrona”. «Il dubbio uccide» e me lo sono tolto presto. The Equalizer non mi ha tramortito come una dose massiccia di sonnifero potrebbe fare ma è doverosa un’altra premessa, a questo punto. Denzel Washington rimane uno degli attori che stimo di più (anche dopo questo film).
Adesso è giunta l’ora di abbandonare il punto di vista personale per assumerne uno più distaccato, critico, professionale. Non sia mai che qualcuno cominci a protestare.

«Mi hai chiesto cosa vedi quando ti guardo. Tu cosa vedi quando guardi me?». La storia è molto semplice e poco misteriosa. Un uomo con un passato da super soldato/agente segreto, ha abbandonato il suo mestiere per camuffarsi (e disperdersi) tra la gente comune. L’incontro con una prostituta (l’astro nascente Chloë Grace Moretz) malmenata e sfruttata, farà scatenare, in pochi secondi, il suo background e il suo repertorio di metodi poco ortodossi su una banda di mafiosi russi.
In pratica un action movie in piena regola con tante scene di lotta, inseguimenti e bam, bang, fwap, klang e tutte le onomatopee connesse che vi possono balenare in testa. «Quando preghi per la pioggia, devi mettere in conto il fango». La sceneggiatura non è gran cosa. I (pochi) colpi di scena fanno un gran rumore e, lasciandosi intuire prima del tempo, perdono la scena subito dopo il colpo. A bilanciare questa forte pecca interviene una rappresentazione della violenza che riesce a tenere il passo con altre note (e cultuose) della storia del cinema, con un cattivo che si fa notare anche per la somiglianza con Kevin Spacey (ma è Marton Csokas).

the_equalizer

«A volte facciamo delle scelte sbagliate per arrivare al posto giusto». Spicca naturalmente la performance di Denzel Washington che, nonostante l’età, riesce a tenere botta e a risultare credibile in un ruolo che un quasi sessantenne attore di rado si arrischia ad accettare. Denzel, andresti lodato già solo per il coraggio. Spero comunque (e qui torno alla sfera personale, ve la dovrete sorbire in eterno o almeno finché continuerò a scrivere di cinema, mi spiace) che nel suo futuro ci siano altri (e più degni) personaggi. «Io credo che tu possa essere tutto quello che vuoi».
Nel complesso, The Equalizer è una pellicola dimenticabile per molti aspetti ma che svolge diligentemente il ruolo d’intrattenitore per un tipo di pubblico affezionato al genere. In sostanza è quello che si vede nel trailer; solo che ci vogliono circa centotrenta minuti per arrivare alla fine. Un tempo decisamente troppo lungo per chi fa fuori un’intera banda di delinquenti in meno di venti secondi.
«Mi mancheranno le tue storie./Ora hai le tue». Allora avanti, con la prossima storia, con il prossimo film.

THE EQUALIZER – IL VENDICATORE
Regia di Antoine Fuqua
Con Denzel Washington, Marton Csokas, Chloë Grace Moretz, David Harbour, Bill Pullman
Titolo originale: The Equalizer
Azione, 131 min.
USA, 2014
Uscita giovedì 09 ottobre 2014
Voto Popoff: 2/5

mipiace da vedere se: apprezzate le interpretazioni di Denzel Washington
nonmipiace da non vedere se: non amate particolarmente gli action movie dalla trama scontata

 

 

 

 

 

 

 

 

the-equalizer-il-vendicatore-locandina

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.