27.3 C
Rome
domenica 1 Agosto 2021
27.3 C
Rome
domenica 1 Agosto 2021
HomecultureEccentrici, visionari, acrobati dell’immaginario. Catalani sul filo, a Genova

Eccentrici, visionari, acrobati dell’immaginario. Catalani sul filo, a Genova

Compagnie catalane e delle isole Baleari ospiti d’onore al  XIX festival di arti circensi Circumnavigando in corso a Genova

Catalogna, terra di spiriti inquieti. Anarchici, come i combattenti antifranchisti cantati da Hemingway e Orwell. O fieramente indipendentisti, come quelli che nelle cronache più recenti inseguono il sogno di una piccola patria, più o meno inventata,  che crede di giocarsela meglio nell’arena della competizione globale. Sempre eccentrici, visionari. Acrobati dell’immaginario.

Come gli artisti delle compagnie catalane e delle isole Baleari, cui  il  festival di arti circensi Circumnavigando dedica un focus specifico all’interno della sua XIX edizione.  E che come ogni anno porta a Genova, fino al 6 gennaio, il meglio della nuova scena circense europea. 

Come Les Colporteurs, di e con Sandrine Juglair e Molly Saudek. Coppia di funambole  che catalane non sono, ma  piuttosto francesi, e che tuttavia non si fanno mancare nulla in fatto di immaginario visionario. Con  la loro Etoile, struttura autoportante a forma di stella montata nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, che intreccia pali di ferro e cavi d’acciaio e con la quale   loro disegnano il pas des deux delicato e struggente di due anime tese sul filo che si cercano e si sfuggono. Mentre l’una danza una pole dance al rallentatore, con accelerazioni improvvise che la precipitano  a pochi centimetri dal suolo e l’altra pizzica con le punte dei piedi il cavo su cui è in equilibrio, facendone lo strumento musicale che punteggia la melodia suonata da Tiziano Scali.

Entra così nel vivo, dopo le due anteprime, la programmazione di  un’edizione che, col titolo di Fool Immersion, è come di consueto organizzata dall’Associazione Sarabanda con la direzione artistica di Boris Vecchio e si sviluppa tra il tendone da circo al Porto Antico, i teatri e le piazze di Genova fino a Voltri e al Teatro Sociale di Camogli. Per un cartellone di spettacoli anche gratuiti e che conta sette prime nazionali. E che, come ogni anno, accorda grande spazio alla crescita di giovani e nuove compagnie di circo contemporaneo. Presentando, in questa occasione tra le prime nazionali, lo spettacolo “Random” dei catalani Joel Martì y Pablo Molina:  due giovani acrobati al loro primo spettacolo, tra quadri bizzarri e acrobazie al limite. Tra i progetti che coinvolgono il territorio, prosegue anche “Critiche e Visioni sul Circo Contemporaneo” insieme a Teatro Akropolis, che propone incontri pubblici e spettacoli.

Tutto il programma e le Info 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Claudio Giunta e l’apologo della pompa di benzina

Breviario in 15 punti per non perdere la fede nell’intelligenza. Una polemica che parte dalla denuncia del neoliberismo da parte di tre normaliste

Olympics kill the poor, i Giochi ammazzano i più poveri

Tokyo non ama granché queste Olimpiadi, un grande esperimento in una nuova pericolosa fase della pandemia [Chelsea Szendi Schieder]

La trappola del debito incastra le comunali

Comunali 2021: il grande rimosso del debito mentre i faccioni dei candidati già fanno promesse dai cartelloni [Marco Bersani]

La guerra di Lamorgese al dissenso. 10mila agenti Sì Tav

Quasi diecimila rinforzi per l'occupazione militare della Val Susa: è il senso del governo Draghi per la libertà di movimento

Insorgere, allora. La lezione di Gkn

“Siamo tutti GKN!” era l'urlo del corteo, a segnare il salto di qualità di una lotta di riunificazione del mondo del lavoro [Cristina Quintavalla]