19.3 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021
19.3 C
Rome
venerdì 16 Aprile 2021
HomecultureEccentrici, visionari, acrobati dell’immaginario. Catalani sul filo, a Genova

Eccentrici, visionari, acrobati dell’immaginario. Catalani sul filo, a Genova

Compagnie catalane e delle isole Baleari ospiti d’onore al  XIX festival di arti circensi Circumnavigando in corso a Genova

Catalogna, terra di spiriti inquieti. Anarchici, come i combattenti antifranchisti cantati da Hemingway e Orwell. O fieramente indipendentisti, come quelli che nelle cronache più recenti inseguono il sogno di una piccola patria, più o meno inventata,  che crede di giocarsela meglio nell’arena della competizione globale. Sempre eccentrici, visionari. Acrobati dell’immaginario.

Come gli artisti delle compagnie catalane e delle isole Baleari, cui  il  festival di arti circensi Circumnavigando dedica un focus specifico all’interno della sua XIX edizione.  E che come ogni anno porta a Genova, fino al 6 gennaio, il meglio della nuova scena circense europea. 

Come Les Colporteurs, di e con Sandrine Juglair e Molly Saudek. Coppia di funambole  che catalane non sono, ma  piuttosto francesi, e che tuttavia non si fanno mancare nulla in fatto di immaginario visionario. Con  la loro Etoile, struttura autoportante a forma di stella montata nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, che intreccia pali di ferro e cavi d’acciaio e con la quale   loro disegnano il pas des deux delicato e struggente di due anime tese sul filo che si cercano e si sfuggono. Mentre l’una danza una pole dance al rallentatore, con accelerazioni improvvise che la precipitano  a pochi centimetri dal suolo e l’altra pizzica con le punte dei piedi il cavo su cui è in equilibrio, facendone lo strumento musicale che punteggia la melodia suonata da Tiziano Scali.

Entra così nel vivo, dopo le due anteprime, la programmazione di  un’edizione che, col titolo di Fool Immersion, è come di consueto organizzata dall’Associazione Sarabanda con la direzione artistica di Boris Vecchio e si sviluppa tra il tendone da circo al Porto Antico, i teatri e le piazze di Genova fino a Voltri e al Teatro Sociale di Camogli. Per un cartellone di spettacoli anche gratuiti e che conta sette prime nazionali. E che, come ogni anno, accorda grande spazio alla crescita di giovani e nuove compagnie di circo contemporaneo. Presentando, in questa occasione tra le prime nazionali, lo spettacolo “Random” dei catalani Joel Martì y Pablo Molina:  due giovani acrobati al loro primo spettacolo, tra quadri bizzarri e acrobazie al limite. Tra i progetti che coinvolgono il territorio, prosegue anche “Critiche e Visioni sul Circo Contemporaneo” insieme a Teatro Akropolis, che propone incontri pubblici e spettacoli.

Tutto il programma e le Info 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Che cosa abbiamo imparato dalla pandemia

Da oggi a domenica La lezione del 2020. Spunti per il futuro, cento voci on line per un "quasi festival" della sinistra

Il vaccino razzista di Israele

La denuncia di 165 ong palestinesi: discriminati sia i palestinesi che vivono in territorio israeliano, sia quelli di Gaza e Cisgiordania

Che cosa è una setta. Rai doc lo spiega con una serie

L'annuncio di Rai doc, una docuserie sulle psico-sette firmata da Massimo Lauria e Monica Repetto

«No all’embargo a Cuba, anche se l’Italia è un vassallo Usa»

Perché l'Italia ha votato contro Cuba al Consiglio dei Diritti Umani dell'ONU. Intervista a Marco Papacci di Italia - Cuba [Davide Matrone]

Francia, Macron criminalizza l'”ultra-sinistra”

L'antiterrorismo francese sta costruendo un teorema contro cinque attivisti solidali col Rojava. La testimonianza dei familiari [Camille Polloni]