6.4 C
Rome
sabato 2 Marzo 2024
6.4 C
Rome
sabato 2 Marzo 2024
HomecultureKusturica: la guerra Ucraina mi ricorda i conflitti in Jugoslavia

Kusturica: la guerra Ucraina mi ricorda i conflitti in Jugoslavia

Il regista serbo accusa gli Stati Uniti di aver avuto un ruolo decisivo nella dissoluzione della Jugoslavia e, oggi, di voler fare la stessa cosa con l’Ucraina.

 

di Emir Kusturica

Emir Kusturica è nato in Bosnia, ma dopo la guerra ha deciso di essere naturalizzato serbo. Nel corso della sua carriera ha vinto due volte la Palma d'oro a Cannes e una volta il Leone d'oro a Venezia. Inoltre, è stato candidato una volta all'Oscar.
Emir Kusturica è nato in Bosnia, ma dopo la guerra ha deciso di essere naturalizzato serbo. Nel corso della sua carriera ha vinto due volte la Palma d’oro a Cannes e una volta il Leone d’oro a Venezia. Inoltre, è stato candidato una volta all’Oscar.

Questa è una continuazione di quello che è successo in Jugoslavia. Nel nostro Paese, quando si è disintegrato, tutti accusavano Milosevic. Però, dimenticavano che George W. Bush nel 1991 dichiarò che gli Stati Uniti avrebbero stabilito relazioni diplomatiche solo con quelle repubbliche che si sarebbero separate dalla Jugoslavia. E poi per quattro anni abbiamo ascoltando la propaganda su come dare la colpa a Milosevic.

ucraina

Nel 1991, sotto la spinta della comunità internazionale, la Jugoslavia iniziò a disintegrarsi. Prima richiese e ottenne l’indipendenza (semi pacifica) la Slovenia. Subito dopo fu la Croazia a richiederla, dando iniziò alla prima delle guerre. L’anno dopo scoppiò la guerra in Bosnia. Il conflitto in Croazia e in Bosnia si concluse nel 1995, dopo oltre centomila morti e due milioni di profughi. Nel 1999 toccò al Kosovo chiedere l’indipendenza. Aiutato dai bombardieri della Nato (Italia comrpesa), che colpirono duramente la Serbia, il Kosovo si staccò dalla Jugoslavia tre mesi dopo. Infine, nel 2001, la guerra scoppiò in Macedonia. Questa volta gli indipendentisti albanesi ebbero la peggio, nonostante la solita pressione internazionale.

Col passare degli anni emerse il ruolo decisivo degli Stati Uniti nella dissoluzione della Jugoslavia. Arrivarono a creare un ponte aereo di mujaheddin afghani (con l’aiuto del nemico Iran) trasportati a migliaia in Bosnia per combattere i serbi. Alla fine degli anni Novanta, poi, addestrarono e armarono la criminalità organizzata albanese, organizzandola in un’armata combattente, che prese il nome di Uck.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

«Il partito è l’unica via per l’emancipazione collettiva»

Intervista al filosofo Jean Quétier: nonostante la sua storia contrastante, il partito non ha "esaurito" il suo potenziale [Fabien Escalona]

Effetto Milei, Argentina mai così povera da vent’anni

Nel giro di due mesi, la controrivoluzione libertaria del presidente ha aggravato la recessione in cui il Paese era già impantanato [Romaric Godin]

Mattarella e i manganelli, un raggio di normalità

Il Quirinale non l’ha mandate a dire a Piantedosi, tanto più notevole se si pensa che l’inquilino del Colle non è proprio uso a dar voce al dissenso

Cronaca da una Pisa in rivolta

I comunicati, i presidi, gli striscioni, Mattarella. E la destra ancora parla. Martedì 27 assemblea cittadina [Giulia De Ieso*]

Gli appalti sono una montagna di merda

Mentre continuano le ricerche della quinta vittima nel cantiere Esselunga, Dario Salvetti spiega a cosa servono gli appalti: «a disumanizzare, renderci irriconoscibili tra di noi»