12.5 C
Rome
mercoledì 8 Febbraio 2023
12.5 C
Rome
mercoledì 8 Febbraio 2023
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
Homepadrini & padroniEurodeputato di Podemos interrotto quando inizia a criticare Ue e Usa. Video

Eurodeputato di Podemos interrotto quando inizia a criticare Ue e Usa. Video

Niente critiche a Ue e Usa: la Commissione affari esteri toglie la parola all’eurodeputato spagnolo Pablo Iglesias, del partito Podemos.

di Marina Zenobio

Pablo Iglesias Podemos

Martedì scorso, durante la riunione della Commissione europea per gli affari esteri, Pablo Iglesias, eurodeputato spagnolo del partito Podemos, è stato interrotto mentre il suo intervento iniziava a criticare la politica estera Usa.

“L’Unione Europea ha sostenuto un cambiamento di potere in Ucraina illegale, e sostenuto un governo che ha al suo interno membri di un partito neo-nazista. Non è il parere di chi parla, parlano i fatti”, ha affermato il leader di Podemos al Parlamento Europeo.

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page

Podemos, che secondo i sondaggi del Cis (Centro de Investigaciones Sociologicos) è la terza forza politica in Spagna, è un partito di sinistra, che si definisce egualitario, repubblicano e anti-sistema.

“Non c’è nulla di straordinario nella politica estera che si appoggino colpi di stato. Come sapete, uno dei nostri principali alleati, gli Usa, vanno appoggiando colpi di stato usando al teoria del dòmino, passando dalla Dottrina Truman alla diplomazia di Kissinger e ai recenti casi di Honduras e Egitto” ha ricordato Iglesias prima di essere interrotto.

“Non posso crederci, l’oratore prima di me è intervenuto un minuto e mezzo” è stata l’esclamazione dell’eurodeputato spagnolo quando a quel punto gli hanno tolto la parola, dopo 58 secondi di intervento.

“Sembra che anche in Parlamento Europeo ci sia chi si alteri e si sente a disagio quando i nostri deputati dicono le cose chiaramente – si legge sulla pagina ufficiale Fb di Podemos – Ma è per questo che siamo arrivati, per aprire le finestre affinché entri aria, per smuovere ciò che ci circonda e farla finita con la mancanza di trasparenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Gli architetti della Resistenza

Fino al 26 febbraio, a Milano, la mostra Progettare la memoria. Lo studio BBPR: i monumenti, le deportazioni

Parla come te l’Intelligenza Artificiale di Microsoft

Dopo ChatGPT, la controversa IA di Microsoft che imita le voci. Il suo nome: Vall-E. IA sempre più realistiche e pericolose per la democrazi...

Che cosa ha prodotto l’Olocausto

Un saggio di Ernest Mandel: Premesse materiali, sociali e ideologiche del genocidio nazista

UK, successo dello sciopero di solidarietà e scuole chiuse

UK, sciopero nel settore pubblico e nelle scuole contro l'inflazione. La più grande mobilitazione dal 2011 [Marie Billon]

Francia, contro Macron le piazze più piene di sempre

I sindacati, sempre uniti, hanno vinto la loro scommessa martedì, dopo la prima mobilitazione del 19 gennaio. La battaglia continuerà il 7 febbraio