6.1 C
Rome
martedì 29 Novembre 2022
6.1 C
Rome
martedì 29 Novembre 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
Homecronache socialiRoma, vigilia di Natale di lotta per il “mondo di sotto"

Roma, vigilia di Natale di lotta per il “mondo di sotto”

A rischio i servizi per i bambini detenuti e alcuni centri d’accoglienza. I lavoratori della coop 29 giugno occupano l’assessorato alle politiche sociali del Campidoglio

di Francesco Ruggeri

bambino_carcere_530

I lavoratori della Coop 29 giugno, sostenuti dall’Unione Sindacale di Base, hanno da poco occupato l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma, sito in viale Manzoni 55.

La protesta era partita ieri al diffondersi della notizia che il V Dipartimento di Roma Capitale intenderebbe chiudere i centri d’accoglienza “Castel Verde”, destinato ai senza fissa dimora, e “La casa di Elettra”, dove si offre riparo a madri con bambini, gestiti dalla cooperativa ABC, attualmente commissariata, in subappalto dalla Eriches 29, del gruppo 29 Giugno. Da ieri i due centri d’accoglienza sono occupati da una ventina di lavoratori e 60 utenti.
La protesta proseguirà ad oltranza e l’USB ha immediatamente richiesto un incontro al Sindaco Marino, al Vice Sindaco Nieri e all’assessore alle Politiche Sociali, Francesca Danese (che si sta recando sul luogo), chiedendo che si vada in proroga dell’appalto in corso al fine di tutelare lavoratori e utenti.

FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page

“Dal 1 gennaio se non trovano delle soluzioni salteranno i servizi essenziali rivolti ai detenuti che il comune da oltre 15 anni finanzia e si tratta del pulman che ogni sabato fa uscire dal carcere i bambini da 0 a 3 anni detenuti con le madri, la ludoteca di Regina Colei dove vengono accolti i figli dei detenuti, le case di accoglienza e molti altri servizi. Tutto questo perché in assestamento di bilancio nessuno ha previsto i fondi necessari che ora devono trovare da altra parte, come presidente della consulta carceri del comune ho interessato il sindaco, la neo assessora, i capigruppo….non vorremmo che le colpe degli altri ricadano su di noi e sui detenuti”, ha scritto ieri sera Lillo De Mauro a Popoff. [segue]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Cina, sfidando il Pcc al canto dell’Internazionale

Cresce la rabbia contro il lockdown in Cina. Slogan contro il Pcc e Xi Jinping. La prima volta dal 1989 [François Bougon]

I cani non potranno fucilare le stelle

Cosa direbbero i Cervi di questa Italia segnata ancora dalla  disuguaglianza? Resoconto poetico di un convegno [Chiara Nencioni]

Stradario aggiornato di tutti i fasci

In un portale, mappatura e ricontestualizzazione di strade e edifici del Ventennio. La memoria di un passato che non passa [Chiara Nencioni]

Chi sono i foreign fighters nella guerra russo-ucraina

Come arrivano i volontari stranieri dell'estrema destra per combattere in Ucraina. Un nuovo rapporto di Antifascist Europe

Piacenza capitale dei vignaioli indipendenti

Da sabato 26 a lunedì 28 novembre a Piacenza Expo tornano i vignaioli indipendenti: 850 produttori presentano i loro vini migliori.