domenica 15 Settembre 2019

Nepi, un festival per Stradella

Nepi, un festival per Stradella

La terza edizione del Festival Internazionale Alessandro Stradella dal 30 agosto al 13 settembre a Nepi

imgres

Alessandro Stradella di nuovo sotto i riflettori. Dopo il successo degli anni precedenti, torna la terza edizione del Festival Internazionale Alessandroa Stradella. La rassegna si terrà dal 30 agosto al 13 settembre a Nepi, la splendida cittadina viterbese a 50 km da Roma che ha dato i natali a questo compositore, figura di spicco del Seicento musicale romano.

L’edizione di quest’anno è particolarmente ricca e articolata: oltre ai concerti sono in programma seminari, masterclass, conferenze e registrazioni dedicate non solo a Stradella, ma anche alla musica romana del suo tempo. I concerti e le conferenze sono tutti a ingresso libero e gratuito. Il Festival, sostenuto dal Comune di Nepi e dallo sponsor Great Lenghts, è anche il cuore di The Stradella Project, un’ambiziosa iniziativa dell’etichetta ARCANA (OUTHERE): la registrazione e l’esecuzione dell’integrale delle opere stradelliane.

L’apertura del Festival sarà il 30 agosto alle ore 20:00 nel Duomo di Nepi, con la presentazione del vol. II di The Stradella Project, l’oratorio San Giovanni Crisostomo registrato in occasione della seconda edizione del Festival, e con la prima esecuzione in epoca moderna dell’oratorio Santa Editta, vergine e monaca, regina d’Inghilterra, con un cast d’eccezione: Veronica Cangemi, Carlos Mena, Francesca Aspromonte, Fernando Guimaraes, Sergio Foresti, Claudia Di Carlo insieme all’Ensemble Mare Nostrum diretto da Andrea De Carlo,  gruppo riferimento per la musica barocca romana, e la mise en espace di Guillaume Bernardi.

Gli altri eventi vedranno la partecipazione di nomi di rilevanza internazionale come Il Pomo D’oro di Riccardo Minasi, Paolo Pandolfo, Furio Zanasi, Luca Guglielmi e Monica Pustilnik. Come negli anni passati, Festival avrà in residenza l’Ensemble Mare Nostrum. Il gruppo, fondato e diretto da Andrea De Carlo, svolge regolarmente un’intensa attività concertistica e discografica a livello internazionale, riscuotendo prestigiosi riconoscimenti della critica. Il ​Comitato Scientifico del Festival è presieduto dalla professoressa Carolyn Gianturco, figura di riferimento per Stradella e direttrice del progetto per la pubblicazione dell’opera omnia per la ETS di Pisa.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.