29.5 C
Rome
giovedì 29 Luglio 2021
29.5 C
Rome
giovedì 29 Luglio 2021
Homepadrini & padroniSudAfrica, studenti contro il "Dottor Morte"

SudAfrica, studenti contro il “Dottor Morte”

Il movimento studentesco sudafricano chiede di sospendere dall’insegnamento Wouter Basson, il “Dottor morte” responsabile dei programmi di guerra chimica e biologica del regime di apartheid

South Afrivan students protest

“Un’indecenza” alla quale va messa subito fine: così gli studenti dell’Università di Stellenbosch hanno chiesto di sospendere dall’insegnamento Wouter Basson, il “Dottor morte” responsabile dei programmi di guerra chimica e biologica del regime di apartheid.

In una nota si denuncia che nessuno dovrebbe avere come docente un medico accusato di crimini contro l’umanità e condannato per infrazioni della deontologia da tutte le organizzazioni di categoria. Unknown

Al tempo del regime segregazionista, il “Dottor morte” coordinò la produzione di droghe usate per assassinare attivisti anti-apartheid nonché di armi chimiche da utilizzare nel conflitto civile in Angola. Nel 2002 Basson evitò una condanna penale sostenendo di aver solo eseguito ordini dei comandi militari.

La denuncia degli studenti è parte di una mobilitazione più ampia che questo mese ha per altro portato l’Università di Stellenbosch, uno degli atenei più prestigiosi del Sudafrica, ad annunciare il passaggio dall’afrikaans all’inglese come lingua di riferimento per i corsi. Una scelta, questa, salutata come la fine di politiche discriminatorie nei confronti dei giovani neri eredità dell’apartheid.

[VG] agenzia Misna

Wouter Basson, il dottor Morte. Duramte il regime di apartheid studiava veleni selettivi per i neri. Ha subìto diversi processi anche per condotte immorali più prosaiche
Wouter Basson, il dottor Morte. Duramte il regime di apartheid studiava veleni selettivi per i neri. Ha subìto diversi processi anche per condotte immorali più prosaiche

1 COMMENTO

  1. Non ricordo se fine 800 o inizio 900 tutto il mondo civile si mobilitò per la difesa dei boeri, (afrikaans) che forse erano minacciati dall’Inghilterra, se avessero lasciato le cose come erano forse molti afrikaans avrebbero tirato le cuoia, anche
    se l’Inghilterra avesse occupato la colonia olandese non sarebbe andata meglio, ma con meno afrikaans tra le ……..benissimo il passaggio alla lingua inglese, l’afrikaans non è neache Dutch vero…..no pasaran

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Insorgere, allora. La lezione di Gkn

“Siamo tutti GKN!” era l'urlo del corteo, a segnare il salto di qualità di una lotta di riunificazione del mondo del lavoro [Cristina Quintavalla]

Genova, mille ore di silenzio contro la guerra

Il 28 luglio, per la millesima volta, un gruppo di pacifiste/i si riunirà sui gradini di Palazzo Ducale. Stavolta la dedica è alle Veglie contro le morti in mare

L’inganno del Pleasure, ma esiste un porno etico?

Tutto quello che c’è da sapere sul porno – e che il film di Ninja Thyberg non ti dice [Monica Mazzitelli]

G8, poca luce sotto il Qr Code

Fare Luce, innovativa installazione tecnologica, ideata dal direttore Livermore che apre il G8 PROJECT del Teatro Nazionale di Genova [Carlo Rosati]

Cuba, l’urlo di Padura

A questo avvertimento disperato delle rivolte popolari, le autorità cubane non dovrebbero rispondere con gli slogan abituali [Leonardo Padura]