14 C
Rome
venerdì 24 Settembre 2021
14 C
Rome
venerdì 24 Settembre 2021
Homein genereL'album fotografico della Marcia dei Diritti di Roma

L’album fotografico della Marcia dei Diritti di Roma

Centinaia di manifestanti hanno marciato da piazza del Colosseo a piazza della Madonna di Loreto per “liberare i diritti presi in ostaggio”. Ecco le foto

Fotogallery di Lucia Casone Commento di Giampaolo Martinotti

LC-15

Il processo avviato a novembre dalla collaborazione di circa un centinaio tra associazioni e movimenti del mondo laico e della comunità LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuati) ha dato vita a un vivace e colorito corteo che ha sfilato lungo i Fori Imperiali. La manifestazione di ieri però non rappresenta un punto di arrivo ma bensì una base di partenza nello sviluppo di una lotta comune contro ogni tipo di discriminazione, perché le rivendicazioni portate in piazza sono un patrimonio per tutta la società civile italiana. Le immagini della Marcia testimoniano la grande energia positiva e la determinazione dalle tante persone che vedono ancora i propri diritti negati, sia dal governo Renzi/Alfano sia dal processo di degrado culturale e istituzionale del quale troppi cittadini sono, purtroppo, vittime inermi o spettatori indifferenti.

Le istanze dei movimenti, ben illustrate da Andrea Maccarrone nell’intervista rilasciata proprio a Popoff, meritano di ricevere il prima possibile supporto e risposte concrete che andrebbero a vantaggio della collettività. Senza eguaglianza e diritti per tutti la nostra società non ha futuro, oggi potrebbe aver avuto inizio un nuovo cammino di diritti, laicità e libertà.

 

Il processo avviato a novembre dalla collaborazione di circa un centinaio tra associazioni e movimenti del mondo laico e della comunità LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuati) ha dato vita a un vivace e colorito corteo che ha sfilato lungo i Fori Imperiali. La manifestazione di ieri però non rappresenta un punto di arrivo ma bensì una base di partenza nello sviluppo di una lotta comune contro ogni tipo di discriminazione, perché le rivendicazioni portate in piazza sono un patrimonio per tutta la società civile italiana. Le immagini della Marcia testimoniano la grande energia positiva e la determinazione dalle tante persone che vedono ancora i propri diritti negati, sia dal governo Renzi/Alfano sia dal processo di degrado culturale e istituzionale del quale troppi cittadini sono, purtroppo, vittime inermi o spettatori indifferenti.

Le istanze dei movimenti, ben illustrate da Andrea Maccarrone nell’intervista rilasciata proprio a Popoff, meritano di ricevere il prima possibile supporto e risposte concrete che andrebbero a vantaggio della collettività. Senza eguaglianza e diritti per tutti la nostra società non ha futuro, oggi potrebbe aver avuto inizio un nuovo cammino di diritti, laicità e libertà.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

GKN, il tribunale cancella il licenziamento

Condotta antisindacale: i lavoratori Gkn riescono a inceppare la macchina della delocalizzazione. Ora dovrebbe agire il governo

«Non ci ammaleremo di paura». Gkn si prende Firenze

Firenze, è il giorno del corteo nazionale indetto dal Collettivo di Fabbrica Gkn contro i licenziamenti

Assemblea Gkn: ecco come bloccare le delocalizzazioni

Perché è illegittimo il comportamento dell'azienda nella delocalizzazione della Gkn. Un documento dell'assemblea permanente

Big Pharma, profitti alle stelle e quasi niente tasse

Denuncia di Oxfam ed Emergency: il monopolio sui vaccini anti Covid è una manna per le multinazionali e un genocidio per i paesi poveri

Gkn, gli operai che non rispettano il copione

Gkn. Marco Bersani spiega perché quella lotta parla a tutti noi , un appello della società della cura e un articolo di Francesco Locantore