1 C
Rome
mercoledì 26 Gennaio 2022
1 C
Rome
mercoledì 26 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homein genereL'album fotografico della Marcia dei Diritti di Roma

L’album fotografico della Marcia dei Diritti di Roma

Centinaia di manifestanti hanno marciato da piazza del Colosseo a piazza della Madonna di Loreto per “liberare i diritti presi in ostaggio”. Ecco le foto

Fotogallery di Lucia Casone Commento di Giampaolo Martinotti

LC-15

Il processo avviato a novembre dalla collaborazione di circa un centinaio tra associazioni e movimenti del mondo laico e della comunità LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuati) ha dato vita a un vivace e colorito corteo che ha sfilato lungo i Fori Imperiali. La manifestazione di ieri però non rappresenta un punto di arrivo ma bensì una base di partenza nello sviluppo di una lotta comune contro ogni tipo di discriminazione, perché le rivendicazioni portate in piazza sono un patrimonio per tutta la società civile italiana. Le immagini della Marcia testimoniano la grande energia positiva e la determinazione dalle tante persone che vedono ancora i propri diritti negati, sia dal governo Renzi/Alfano sia dal processo di degrado culturale e istituzionale del quale troppi cittadini sono, purtroppo, vittime inermi o spettatori indifferenti.

Le istanze dei movimenti, ben illustrate da Andrea Maccarrone nell’intervista rilasciata proprio a Popoff, meritano di ricevere il prima possibile supporto e risposte concrete che andrebbero a vantaggio della collettività. Senza eguaglianza e diritti per tutti la nostra società non ha futuro, oggi potrebbe aver avuto inizio un nuovo cammino di diritti, laicità e libertà.

 

Il processo avviato a novembre dalla collaborazione di circa un centinaio tra associazioni e movimenti del mondo laico e della comunità LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuati) ha dato vita a un vivace e colorito corteo che ha sfilato lungo i Fori Imperiali. La manifestazione di ieri però non rappresenta un punto di arrivo ma bensì una base di partenza nello sviluppo di una lotta comune contro ogni tipo di discriminazione, perché le rivendicazioni portate in piazza sono un patrimonio per tutta la società civile italiana. Le immagini della Marcia testimoniano la grande energia positiva e la determinazione dalle tante persone che vedono ancora i propri diritti negati, sia dal governo Renzi/Alfano sia dal processo di degrado culturale e istituzionale del quale troppi cittadini sono, purtroppo, vittime inermi o spettatori indifferenti.

Le istanze dei movimenti, ben illustrate da Andrea Maccarrone nell’intervista rilasciata proprio a Popoff, meritano di ricevere il prima possibile supporto e risposte concrete che andrebbero a vantaggio della collettività. Senza eguaglianza e diritti per tutti la nostra società non ha futuro, oggi potrebbe aver avuto inizio un nuovo cammino di diritti, laicità e libertà.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

La mappatura del nazi

Antifascist Europe , una mappa dei nazi-fascisti di tutta Europa, i loro collegamenti internazionali e le risorse finanziarie 

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio

Violenze di gruppo a Milano, i 3 cerchi dell’orrore dei Taharrush JamaR...

La pratica dei Taharrush Jama'i viene dall'Egitto. L'obiettivo è scoraggiare donne e attiviste a partecipare a raduni ed eventi pubblici

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri