venerdì 14 dicembre 2018

Messina, un’opera e una piazza per il profugo ignoto

Messina, un’opera e una piazza per il profugo ignoto

L’Assessorato alla cultura di Messina indice un bando per la realizzazione di una scultura dedicata al profugo ignoto che verrà collocata nella piazza Unione Europea della città

di Francesco Ruggeri

1498419606627351a100eb

Un’opera dedicata al profugo ignoto in una piazza di Messina: l’Assessorato alla cultura del Comune di Messina unitamente a Recosol (la Rete Comuni Solidali), indice un bando nazionale per la realizzazione di un’opera o installazione di contenuto artistico e simbolico (scultura o altro tipo d’intervento) che verrà collocata nella piazza Unione Europea della città di Messina, in un sito che verrà concordato con l’assessore all’urbanistica della giunta Accorinti. L’opera, viene spiegato in una nota stampa verrà dedicata al PROFUGO IGNOTO, per ricordare le migliaia di persone, di cui non sappiamo più nulla, che sono morte nel Mediterraneo in questi anni. Vittime innocenti di una guerra, come l’ha definita papa Francesco, che viene sistematicamente condotta contro i più poveri della terra. L’opera dovrà avere un’altezza di almeno tre metri ed essere visibile dal mare. Il materiale usato ovviamente dovrà tenere conto dell’installazione all’aperto, resistente alla salsedine alle intemperie. Tutte le informazioni tecniche potranno essere richieste a: assessorato.cultura@comune.messina.it. Il costo complessivo dell’installazione non dovrà superare il tetto di 10mila euro e dovrà comprendere il costo dei materiali, della realizzazione dell’opera e il trasporto a Messina. L’artista sarà ospite del Comune per il periodo dell’installazione dell’opera. La base sulla quale verrà installata l’opera sarà a carico del Comune.

«Crediamo che per la rilevanza sociale, culturale e politica di quest’opera molti artisti vorranno partecipare al di là del dato economico», dice l’assessore alla cultura Antonio Perna. All’inaugurazione ufficiale, un piccolo catalogo presenterà l’artista e alcune sue opere. Le proposte progettuali dovranno essere inviate via mail all’indirizzo dell’assessorato alla cultura entro il 15 febbraio 2016, e saranno selezionate da una giuria nazionale individuata da Recosol.

L’amministrazione comunale di Messina di riserva di non accettare la selezione della proposta vincente qualora non ci fossero le condizioni per la sua realizzazione.

Related posts

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.