mercoledì 23 maggio 2018

Wu Ming e dintorni, Letteraria si festeggia a Bologna

Wu Ming e dintorni, Letteraria si festeggia a Bologna

Arriva a Bologna, Letteraria Festival di letteratura sociale, ” Tra utopie e distopie” dal 16 al 18 tre giorni di incontri, presentazioni, reading, mostre, proiezioni, cibo, musica

di Francesco Ruggeri

logo-letteraria

Il festival della rivista “Letteraria”, fondata nel 2009 dall’intellettuale e scrittore bolognese Stefano Tassinari, sbarca a Bologna, li dove la rivista è nata, dopo un’edizione nelle Marche nel 2011 e ben 5 a Roma dal 2012 allo scorso giugno. Le utopie e le distopie protagoniste dell’ultimo numero della rivista semestrale (il n. 3 della nuova serie) saranno al centro della tre giorni di discussioni, presentazioni, reading, musiche e buon cibo. Dalle utopie letterarie della collana “Quinto Tipo” diretta da Wu Ming 1 alle distopie ambientali raccontate nell’ultimo romanzo di Bruno Arpaia “Qualcosa, là fuori”, dalle utopie di viaggio sperimentate da Wu Ming 2 con il libro “Il sentiero luminoso” alle distopie del regime egiziano che ha portato alla morte di Giulio Regeni e a verità ignorate e dettagliatamente denunciate da Lorenzo Declich nel suo recente libro. Un programma molto denso che dimostra la vitalità e l’efficacia che ancora oggi ha lo strumento “rivista” per rendere collettivo e “sociale” il ruolo della letteratura a cui, oltre agli scrittori già citati, parteciperanno tra gli altri anche Girolamo De Michele, Alberto Prunetti, Silvia Albertazzi, Alberto Sebastiani, Giuseppe Ciarallo, Massimo Vaggi, Selene Pascarella, Wolf Bukowski e Simone Pieranni. Nel corso del festival si terrà anche la presentazione (con esposizione delle riviste) del fondo del poeta Roberto Roversi, che recentemente è stato acquisito dal Centro di documentazione dei movimenti “Francesco Lorusso – Carlo Giuliani” che si trova a Vag61.

img_21241

Il fondo Roversi , grazie a una donazione, aveva permesso a Bartleby di allestire un’emeroteca di riviste di storia, letteratura, arte e politica, dagli anni ’50 ai giorni nostri, torna ad essere fruibile alla città. A causa dello sgombero e della chiusura forzata dello spazio autogestito di via Petroni centinaia di volumi, spesso introvabili nelle biblioteche, sono rimasti per troppi mesi chiusi dentro a decine di scatoloni. Oggi, per una libera scelta degli attivisti e delle attiviste dell’ex collettivo, le riviste raccolte da Roberto Roversi, sono state trasferite presso il Centro di documentazione dei movimenti “Francesco Lorusso – Carlo Giuliani”, a Vag61 (in via Paolo Fabbri 110). Si tratta di pubblicazioni preziose, qualcosa di molto importante per la città. Solo per citare alcuni dei titoli, tra le centinaia di periodici: La collezione di AUT AUT dal 1951 al 1980; “Abiti Lavoro”, quaderni di letteratura operaia; “Azione comunista”, giornale della sinistra comunista (Anni 1957/1966); “L’approdo letterario”, 1959; “L’assalto al cielo” (fumetti, cultura, politica); “Angelus novus”, trimestrale di estetica e critica (1968/1974); “Autobus”, trimestrale di letteratura e teatro (1978/1979); “Bianco e Nero”, rassegna mensile di studi cinematografici e televisivi; “Belfagor”, rivista di varia umanità (195/2001): “Cervo volante”, rivista internazionale di arte e poesia; “La Comune”, trimestrale di ipotesi ed esperimenti di politica e cultura (1969/1970); “Classe”, quaderni sulla condizione e la lotta operaia (1970/1982); “Comunità”, rivista di informazione culturale fondata da Adriano Olivetti (1956/1972); “Il Cerchio di Gesso”, rivista di letteratura e politica (1977/1979, fondata a Bologna); “Controcorrente”, verifica sulle ipotesi di trasformazione della società (! 969/1971); “Controstampa”, giornale degli anarchici romagnoli (1973); “Classe Operaia, rivista politica (1964/1965); “Ideologie”, quaderni di storia contemporanea; “Incognita”, rivista di poesia; “Inverso”, rivista di poesia; “KR 991”, rivista di poesia e letteratura; “Le operaie della casa”, rivista politica femminista (1975); e tante altre ancora… A partire da questa importantissima acquisizione, il Centro di Documentazione dei Movimenti, darà vita, nei prossimi mesi, a un progetto che possa restituire alla città il prezioso patrimonio di questa raccolta di riviste, insieme ai materiali raccolti e catalogati nel corso di questi anni dal Centro stesso.

 

Ecco il programma del festival:

VENERDI’ 16:

Ore 18 Tra utopie e distopie Presentazione dell’ultimo numero di Nuova Rivista Letteraria Intervengono i redattori: – Wu Ming 1 – Alberto Prunetti – Alberto Sebastiani – Giulio Calella

Ore 20 Cena sociale a cura della Brigata Cucinieri della Cirenaica, con gustosi piatti a sorpresa, per sostenere la rivista / con proiezione delle gallerie fotografiche di tutti i numeri

Ore 21 Utopie e distopie ambientali Presentazione di “Qualcosa, là fuori” di Bruno Arpaia (Guanda Editore, 2016) Intervengono: – Bruno Arpaia – Silvia Albertazzi

Ore 22.30 Reading musicale delle ultime uscite della collana QuintoTipo diretta per le Edizioni Alegre da Wu Ming 1, “PCSP. Piccola ControStoria Popolare” di Alberto Prunetti e “Settantadue” di Simone Pieranni (Nedo Ludi) Musiche dei Bhutan Clan Incursioni e letture degli autori

SABATO 17:

Ore 17.30 Utopie e distopie di viaggio Presentazione de “Il sentiero luminoso” di Wu Ming 2 (Ediciclo Editore, 2016) Intervengono: – Wu Ming 2 – Adriano Masci – Wolf Bukowski

Ore 19 Utopie e distopie rivoluzionarie Dalla rivoluzione del 2011 alla scomparsa di Giulio Regeni Presentazione di “Giulio Regeni, le verità ignorate” di Lorenzo Declich (Alegre, 2016) Intervengono: – Lorenzo Declich – Francesca Biancani – Girolamo De Michele

Ore 20.30 Cena sociale a cura della Brigata Cucinieri della Cirenaica, con gustosi piatti a sorpresa, per sostenere la rivista / con reading dall’ultimo numero

Ore 21 Utopie e distopie di guerra Presentazione – a cura di Resistenze in Cirenaica – de “Gli apostoli del ciabattino” di Massimo Vaggi (Página Uno, 2016) Intervengono: – Massimo Vaggi – Paolo Vachino – Wu Ming 1

Ore 22.30 Reading concerto Wu Ming 2 + Contradamerla in “Surgelati”, opera a 10 mani per scrittore e rock band A seguire Bologna Calibro 7 Pollici ci farà compagnia con i suoi dischetti: 100% Original Black Music on 7” records R&B, Popcorn, Soul, Funk, Ska, Rocksteady & Early Reagge.

DOMENICA 18:

Ore 13 Pranzo in sostegno alla rivista Letteraria con interventi in ricordo di Stefano Tassinari, fondatore della rivista, e presentazione di Luca Gavagna del sito www.stefanotassinari.it Menu, a cura della Brigata Rita del Pratello: – entrata: crudités colorate con crostini – primo piatto: zuppa di farro e legumi condita con pesto di sedano – secondo piatto: nido di riso soutée con brasato (ci carne o di verdure) accompagnato da patata in cartoccio e stufato di sedano rapa – dolce: ciambella da toccio Costo: 15 euro, escluso vino. Per il pranzo della domenica bisogna prenotare scrivendo all’indirizzo mail devivopietro86@gmail.com oppure telefonare al numero 329 5812080.

Ore 16 Presentazione fondo Roberto Roversi con esposizione delle riviste. Intervengono: – Bruno Brunini – Rudi Ghedini – Valerio Monteventi

Ore 17.30 Utopie e distopie letterarie Presentazione del libro “Le spade non finiscono mai” di Giuseppe Ciarallo (Pagina uno, 2016) Intervengono: – Giuseppe Ciarallo – Franco Foschi

Ore 19 Utopie e distopie di una cronista di nera Presentazione del nuovo libro della collana Quinto tipo (in libreria per Alegre dal 22 settembre), “Tabloid inferno. Confessioni di una cronista di nera” di Selene Pascarella Intervengono: – Selene Pascarella – Wu Ming 1 – Tommaso De Lorenzis

Print Friendly, PDF & Email

Articoli correlati

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *