0.1 C
Rome
venerdì 21 Gennaio 2022
0.1 C
Rome
venerdì 21 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
HomecultureDe Giovanni: «I Bastardi non sono morti. Non tutti, almeno»

De Giovanni: «I Bastardi non sono morti. Non tutti, almeno»

Bastardi di Pizzofalcone, l’autore, Maurizio De Giovanni: «La terza serie ci sarà». E da oggi in libreria il nuovo episodio: Vuoto

«Posso dire che ci sarà la terza serie, che l’esplosizione è avvenuta all’esterno del locale e che, molto facilmente, ci sarà un numero contenuto di vittime, se ce ne saranno. E ci sarà la sopravvivenza di altri, senza dubbio. Certo non sono stati sterminati i Bastardi di Pizzo Falcone». Così Maurizio De Giovanni a Rtv sciogliendo la riserva sulla sorte dei protagonisti della sua più fortunata serie. Intanto, da è uscito Vuoto il nuovo episodio dei Bastardi (Einaudi, pagg. 352, euro 19; da oggi in libreria e giovedì sulla scena del Teatro Diana in via Luca Giordano a Napoli con Marianita Carfora, Rosalba Di Girolamo, Isabella Martino, Filippo Scotti, musiche di Leonardo De Lorenzo e Giacinta Piracci, partecipazione straordinaria di Marco Zurzolo, scritture e regia di Annamaria Russo).

Una professoressa di Lettere di un istituto tecnico scompare nel nulla. E se non fosse per una collega, nessuno se ne preoccuperebbe. Il marito, un ricco industriale, sostiene che la donna se ne sia andata di propria volontà, e non esistono prove del contrario. Approfittando di un momento di tregua nel lavoro, gli uomini di Palma, cui si è aggiunto un elemento per coprire l’assenza forzata di Pisanelli, decidono di cominciare un’indagine in modo informale. Scopriranno che anche le vite piú piene possono nascondere un vuoto incolmabile. Un vuoto che ha innumerevoli colori: uno per ogni paura, uno per ogni orrore.

“Sarà perché l’autunno sta cedendo il passo all’inverno. Sarà perché i Bastardi si trovano tutti in un momento cruciale della vita, ma c’è parecchia inquietudine a Pizzofalcone. E a calmare gli animi non contribuisce l’arrivo di un rinforzo da un commissariato del Nord. Forse perché il nuovo investigatore ha gli occhi troppo verdi e i capelli troppo rossi. Forse perché in città c’è troppo vuoto”.

bastardi di pizzofalcone, napoli, noir, hard boiled, romanzo, maurizio de giovanni, terza serie

 

I BASTARDI DI PIZZOFALCONE

Luigi Palma, detto Gigi: vicequestore. Vuoto di potere.

Giorgio Pisanelli, detto il Presidente: sostituto commissario. Vuoto di forze.

Elsa Martini, detta la Rossa: vicecommissaria. Vuota di passato.

Giuseppe Lojacono, detto il Cinese: ispettore. Vuoto di futuro.

Francesco Romano, detto Hulk: assistente capo. Vuoto di decisioni.

Ottavia Calabrese, detta Mammina: vicesovrintendente. Vuota di certezze.

Alessandra Di Nardo, detta Alex: agente assistente. Vuota di coraggio.

Marco Aragona, vorrebbe essere detto Serpico: agente scelto. Vuoto a perdere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio

Violenze di gruppo a Milano, i 3 cerchi dell’orrore dei Taharrush JamaR...

La pratica dei Taharrush Jama'i viene dall'Egitto. L'obiettivo è scoraggiare donne e attiviste a partecipare a raduni ed eventi pubblici

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri 

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi