1.6 C
Rome
lunedì 17 Gennaio 2022
1.6 C
Rome
lunedì 17 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
HomecultureA Genova arriva il Wine Day

A Genova arriva il Wine Day

Domani a Genova 50 vignaioli FIVI da tutta Italia faranno assaggiare il loro vini e racconteranno cosa vuol dire essere produttori indipendenti.

Sono cinquanta e per la prima volta si troveranno insieme a Genova. L’occasione è il primo Wine Day della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti che si terrà domenica 26 maggio dalle 11,00 alle 19,00 presso il Museo Diocesano in via Reggio a Genova. 

Evento ghiotto perché, normalmente, per assaggiare i loro vini bisogna spingersi fino a Piacenza dove si tiene da ormai otto anni la classica kermesse. Molti sono i produttori conosciuti agli appassionati genovesi, ma tutti portano il valore “aggiunto” della FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti) che vuol dire rispetto per la natura e massima cura per il vino. 

I criteri che il vignaiolo deve soddisfare per essere parte dell’associazione sono: coltivare le proprie vigne, imbottigliare il proprio vino, curando personalmente il proprio prodotto. Vendere tutto o parte del suo raccolto in bottiglia, sotto la sua responsabilità, con il suo nome e la sua etichetta. Rinunciare all’acquisto dell’uva o del vino a fini commerciali. Comprare uva soltanto per estreme esigenze di vinificazione, o nel caso di viticoltura di montagna, per salvaguardare il proprio territorio agricolo. Limitare l’uso di additivi, concentrando l’attenzione sulla produzione di uve sane. Insomma niente maquillage di cantina! Sembra semplice ma non lo è. Vale la pena venire e incontrarli proprio per farsi raccontare il loro approccio alla vite (e alla vita) ma soprattutto la passione per il loro lavoro.

Foto Ugo Roffi

“Abbiamo pensato di ricalcare in piccolo quello che è il grande evento annuale di Piacenza per fare assaggiare i vini dei produttori Fivi dando la possibilità di acquistare a prezzo di cantina”, racconta Massimo Ponzanelli delegato Onav Genova, che ha organizzato l’evento e spera che questo che è il primo anno possa ripetersi: “se avremo successo diventerà un appuntamento periodico, magari allargando il numero di cantine presenti”.

In attesa della nona edizione della Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti che si terrà nel week end del 23 e 24 novembre a Piacenza, segnaliamo i produttori presenti all’evento genovese. Quota di partecipazione 15 euro – 12 euro (associati AIS,FISAR,ONAV, ecc). Bicchiere da degustazione omaggio.

ALEPA – Caiazzo (CE)

ANTICA CASCINA DEI CONTI DI ROERO – Vezza d’Alba (CN)

BALDISSERO – Treiso (CN)

BARONIA DELLA PIETRA – Alessandria della Rocca (AG)

BLAZIC – Cormons (GO)

BORGO ISOLABELLA DELLA CROCE – Loazzolo (AT)

CA’  NOVA – Bogogno – (NO)

CALATRONI – Montecalvo Versiggia (PV)

CANTINA ANDREA MARTINELLI – Mezzocorona (TN)

CASA SOLA – Barberino V Elsa – (FI)

CASA WALLACE – Cremolino – (AL)

CASALETA – Serra de’ conti – (AN)

CASAVYC – Scansano – (GR)

CASCINA GILLI – Castelnuovo Don Bosco – (AT)

CASCINA RABAGLIO – Barbaresco – (CN)

CIABOT BERTON – La Morra – (CN)

CIECK – San Giorgio Canavese – (TO)

CINGILLA – Cugnoli – (PE)

CONVENTINO MONTECICCARDO – Monteciccardo (PU)

CORTE ALEARDI – Gargagnago (VR) 

CRODI – Miane (TV)

DAGLIO GIOVANNI – Costa Vescovado (AL)

DURIN – Ortovero (SV)

FLIEDERHOF – Bolzano – (BZ)

FOLLADOR FRANCESCO – Valdobbiadene (TV)

FONTANA GRAZIANO – Faedo (TN)

FORTETO DELLA LUJA – Loazzolo (AT)

FOSSO DEGLI ANGELI – Casalduni (BN)

FRECCIAROSSA – Casteggio (PV)

GIARDINI RIPADIVERSILIA – Seravezza (LU)

GIOVANNINI – Imola (BO)

IL COLOMBAIO DI SANTA CHIARA – San Gimignano (SI)

LA COLOMBERA – Tortona (AL)

LE GUAITE DI NOEMI – Mezzane di Sotto (VR)

MAMMOLITI – Ceriana (IM)

MASO THALER – Montagna (BZ)

MASSERIA LUDOVICO – Mottola (TA) 

MAURO SEBASTE – Gallo d’Alba (CN)

MILA VUOLO – Salerno (SA)

MIOTTI FIRMINO – Breganze (VI)

NOVENTA – Botticino (BS)

PODERE DEI FOLLI – Polpenazze del Garda (BS)

POMODOLCE – Montemarino (AL)

POMONA – Castellina in Chianti (SI)

STROPPOLATINI – Cividale del Friuli (UD)

TERENZUOLA – Fosdinovo (MS)

TREBOTTI – Castiglione in Teverina (VT)

VILLA GIADA . Canelli (AT)

VISAMORIS – Imperia (IM)

ZANOLARI – Bianzone (SO)

Area food gestita da:

FRITU BEN – Fritti tipici liguri è primi piatti caldi

CANTINE MATTEOTTI – Piatti freddi, focacce, panini

VECCHIO VARZI – Consorzio salame di Varzi – in assaggio gratuito

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi

Pitti uomo e la giostra del lavoro di merda

Nel giorno dell'inaugurazione di Pitti Uomo la denuncia dei lavoratori precari. Gkn "disintossichiamoci da questi livelli di sfruttamento"

«Quel generale anima nera dei depistaggi su Cucchi»

«Chi ha pestato Stefano non si poteva permettere che vedesse un legale di fiducia». Fabio Anselmo ricostruisce il depistaggio

Francia, l’ultima pallottola di Mélenchon

Il leader di France Insoumise è il candidato meglio posizionato nella campagna presidenziale 2022 ma è una figura logorata [Enric Bonet]

Depistaggi Cucchi: «C’è un regista, non è indagato ma c’è»

Il processo ai carabinieri accusati di aver deviato le indagini sull'omicidio di Stefano Cucchi. Parlano le parti civili