16.5 C
Rome
martedì 26 Ottobre 2021
16.5 C
Rome
martedì 26 Ottobre 2021
HomecultureUcraina, il battaglione nazi che combatte per Kiev

Ucraina, il battaglione nazi che combatte per Kiev

Si chiama “Azov” ed è stato creato dal ministro dell’Interno. Dodicimila volontari fascisti provenienti da tutta Europa, anche dall’Italia. (video)

di Franco Fracassi

C’è il cinquantaduenne italiano, che ha lasciato a casa moglie e figlio (e assomiglia tanto al Francesco Fontana di cui abbiamo tanto parlato su Popoff): «Per la mia formazione politica combatto dove sono i miei camerati. È per questo che mi sono sentito subito a casa, grazie anche a loro». C’è anche il diciottenne russo, nome di battaglia “Murman”: «Tra dieci anni non apparterrò più al mio Paese, tante persone non apparterrano più al proprio Paese». Ce ne sono altri dodicimila provenienti da tutta Europa. Sono i volontari del battaglione internazionale “Azov”, creato lo scorso 5 maggio dal ministro dell’Interno ucraino Arsen Avakov. Sono tutti dichiaratamente fascisti e nazisti.

La loro base si trova vicino al mare e vicino a Mariupol, nel sud-est del Paese. I volontari internazionali ricevono addestramento basico (tattiche di guerra comprese) prima di essere spediti in prima linea per combattere contro i separatisti russofoni.

Di seguito cinque video (alcuni girati dagli stessi miliziani di “Azov”) che mostrano l’addestramento, il giuramento e, poi, i volontari nazisti in combattimento.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Cambiamento climatico: Total sa tutto dal 1971

Una ricerca rivela il negazionismo climatico e la narrativa greenwashing del colosso petrolifero francese Total [Mickaël Correia]

Amico Rom, l’arte romanì patrimonio dell’umanità

"Amico Rom", il più importante e longevo concorso al mondo che riguarda la popolazione romanì [Chiara Nencioni]

Ilaria Cucchi: «Leggete bene quella sentenza»

Ilaria Cucchi commenta la sentenza d'appello del processo per l'omicidio di suo fratello Stefano. Il 22 la VII edizione del memorial

Il G8 in scena, senza tregua. A Genova

Teatro nazionale di Genova, G8 Project 2021, atto secondo. Il paesaggio orribile di un ventennio atroce Senza tregua, come una corsa che la...

Una storia di notizie “buone” o propaganda della povertà?

Le notizie virali di coraggio e carità individuale sottolineano solo quanto sia crudele la nostra società [Kali Holloway]