11 C
Rome
sabato 23 Ottobre 2021
11 C
Rome
sabato 23 Ottobre 2021
HomemalapoliziaBudroni, assolto l'agente che sparò

Budroni, assolto l’agente che sparò

Il pm chiede due anni e sei mesi per l’agente che il 30 luglio 2011 uccise Dino Budroni sul Gra di Roma. Il giudice ha provveduto ad azzerare quella richiesta.

di Checchino Antonini

NEWS_67573

Ha sparato male, ha sparato due volte, ha sparato quando non era necessario. Il pm ha appena chiesto due anni e sei mesi per l’agente che, il 30 luglio del 2011, uccise Dino Budroni sul Gra di Roma. In questo momento sta parlando Fabio Anselmo, legale dei familiari della vittima.

Per Anselmo, legale dei Budroni, non fu eccesso doloso perché non è vero che l’agente sparò in rapida successione: le macchine erano ferme e l’angolazione degli spari dimostrerebbe che non si può liquidare la morte di un uomo come eccesso in un’azione legittima.

[15h25] Tra difesa e accusa, lo scontro, nella ricostruzione dei fatti, è sulla eventuale velocità dellè macchine al momento dello sparo, sull’ uso legittimo delle armi e sulla distanza tra i due colpi. Il difensore del poliziotto sta cercando di dimostrare che l’auto di Budroni correva ancora quando l’agente ha sparato. Budroni sarebbe morto solo perché aveva assunto una posizione inclinata per ripararsi dagli spari. Il film.della difesa é molto diverso da quello del pm e della parte civile.

Dopo un’ora e mezza di camera di consiglio la lettura fulminea della sentenza, che assolve probabilmente perché considera legittimo delle armi in quella circostanza. Il giudice scompare dall’uscita di servizio e nei corridoi di Piazzale Clodio va in scena a disperazione dei familiari.

(segue)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Amico Rom, l’arte romanì patrimonio dell’umanità

"Amico Rom", il più importante e longevo concorso al mondo che riguarda la popolazione romanì [Chiara Nencioni]

Ilaria Cucchi: «Leggete bene quella sentenza»

Ilaria Cucchi commenta la sentenza d'appello del processo per l'omicidio di suo fratello Stefano. Il 22 la VII edizione del memorial

Il G8 in scena, senza tregua. A Genova

Teatro nazionale di Genova, G8 Project 2021, atto secondo. Il paesaggio orribile di un ventennio atroce Senza tregua, come una corsa che la...

Una storia di notizie “buone” o propaganda della povertà?

Le notizie virali di coraggio e carità individuale sottolineano solo quanto sia crudele la nostra società [Kali Holloway]

E il salario minimo vinse il Nobel per l’Economia

Nobel per l'economia a tre ricercatori tra cui David Card che ha sbugiardato la teoria che il salario minimo danneggi l'occupazione [Romaric Godin]