lunedì 24 settembre 2018

Banda Bassotti: stiamo andando in Donbass

Banda Bassotti: stiamo andando in Donbass

La popolare band annuncia la partenza di una carovana antifascista in accordo con le Milizie Popolari della Novarossija per portare aiuti e un concerto

di Banda Bassotti

no-pasaran

Ci rivolgiamo alla nostra grande Famiglia, a tutti i Banditi senza Tempo, agli Antifascisti, alla Classe Operaia, ai lavoratori, ai disoccupati e agli sfruttati. Dovunque essi siano.

Da molti mesi assistiamo ad una politica del silenzio. In tutta europa non trapelano notizie di quello che il governo nazista di Kiev sta facendo nel Donbass ed in tutta l’Ukraina. La stampa italiana ed europea e’ completamente asservita all’Unione Europea ed alla politica degli Stati Uniti d’America. Nessuna notizia riguardante i bombardamenti sui civili, le persecuzioni di Russi, di comunisti e di chiunque possa sembrare un Partigiano delle milizie Popolari; nessun cenno al fatto che l’”europea” Ukraina sia il più grande laboratorio per il neonazismo internazionale.
Stanchi di questo, in completo accordo con le Milizie Popolari della Novarossija stiamo organizzando una carovana antifascista con raccolta di fondi, portando nelle terre del Donbass la nostra solidarietà antifascista e un concerto. Come già abbiamo fatto in Nicaragua nel 1984, in Salvador nel 1994, in Palestina nel 2004 siamo pronti per questo viaggio. Dal 26 al 30 settembre 2014 saremo nelle terre che resistono all’attacco dei nazisti, visiteremo Novarossija. Il nostro programma prevede un concerto a Rostov on Don, la città che ospita un immenso campo profughi e un concerto in Novarossija. Non possiamo dire dove, impossibile visti i bombardamenti, ma faremo il possibile. A tutti gli antifascisti chiediamo un aiuto economico per il viaggio e per portare materiale alle popolazioni del Donbass. Sappiamo di contare su una grande Famiglia.
Come già in Spagna nel 1936 dove migliaia di Internazionalisti hanno combattuto a fianco della Repubblica di Spagna: NO PASARAN

 

Related posts

3 Comments

  1. Giusoppo

    bravi, supportate il regime fascista di Putin, è proprio il comportamento che ci si aspetta dai culi pieni “comunisti” d’occidente che vivono nella libertà e inneggiano alle dittature

    Reply
    1. Federico

      Grandissimi Bassotti ! Putin non è certo il signore del bene, ma in Ucraina sta agendo con l’appoggio dell’occidente affamato di gas un governo che usa caccia ed elicotteri per bombardare e milizie irregolari per uccidere perseguitere ardere vivi civili e indipendentisti . Non si può stare dalla parte (ed incaraggiare come stiamo facendo noi come occidente) del governo NAZISTA di Kiev .

      Reply
    2. gianni

      caro giusoppo, se tu tu informassi meglio su quello che sta succedendo in ukraina e chi ne è la causa, sono convinto ti incazzeresti anche tu o, quanto meno, cominceranno a venirti dei seri dubbi sulle tue convinzioni attuali.

      Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.