28.1 C
Rome
lunedì 27 Giugno 2022
28.1 C
Rome
lunedì 27 Giugno 2022
Homepadrini & padroniE se il Titolo V fosse stato cambiato anche per privatizzare i beni comuni?

E se il Titolo V fosse stato cambiato anche per privatizzare i beni comuni?

Il capo direzione e analisi economico-finanziaria del dipartimento del Tesoro: per pagare il debito bisogna espropriare Comuni e Regioni delle utilities e venderle, è questo il vero affare. (video)

 

di Franco Fracassi

 

 

Ecco che cosa aveva dichiarato lo scorso anno a un giornalista de La7 Lorenzo Codogno, capo direzione e analisi economico-finanziaria del dipartimento del Tesoro, a proposito della necessità delle privatizzazioni per risanare il debito pubblico: «Il problema è che non prendi tantissimo, perché ho fatto il calcolo un po’ di tempo fa sono dodici miliardi. Meno di un punto di Pil. La vera risorsa sono le utilities a livello locale. Lì sono veramente tanti, tanti miliardi. Il problema è che non sono nostri, dello Stato. Sono dei Comuni e delle Regioni. Quindi, bisogna cambiare il Titolo V della Costituzione ed espropriare i Comuni e le Regioni».

acqua_008

 

Pochi giorni prima l’allora ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni si era espresso così: «Per ridurre il debito stiamo anche considerando la possibilità di vendere le nostre partecipazioni in aziende controllate dallo Stato: Eni, Enel, Finmeccanica».

D’accordo anche Franco Bassanini (Pd), presidente della Cassa depositi e prestiti (cassaforte del ministero del Tesoro): «L’Italia è stata colpita dalla crisi più di altri Paesi. Quindi, in Italia oggi si possono fare investimenti e finanziamenti a condizioni molto favorevoli. Ci sono ottime opportunità d’investimento in Italia. Io non mi appassiono alle privatizzazioni. Le privatizzazioni vanno fatte con molta cautela. Perché il rischio della svendita è altissimo».

Italia-in-vendita

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Melilla, l’esternalizzazione delle frontiere uccide ancora

Sale il bilancio della strage di migranti a Melilla. Sanchez si complimenta con i gendarmi marocchini. Tweet choc di Salvini 

Nupes, Mélenchon vuole un gruppo unico, gli alleati no

La Nupes esita sulla sua modalità di organizzazione. Mélenchon propone un gruppo unico in Parlamento ma ... [Mathieu Dejean]

Watergate, mezzo secolo dopo. Una lezione per oggi

L'anniversario del 50 anni dallo scandalo Watergate cade nei giorni dell'inchiesta su Trump L'insabbiamento del Watergate da parte di Ni...

Storico in Colombia, vincono il guerrigliero e la femminista

Il ballottaggio in Colombia premia il candidato della sinistra, Gustavo Petro, leader del Pacto historico

Francia, schiaffo a Macron, boom di Le Pen, Nupes prima opposizione

Francia, la Nupes è l'opposizione più importante. Macron non ha la maggioranza assoluta ma l'estrema destra sfonda