-0.6 C
Rome
sabato 22 Gennaio 2022
-0.6 C
Rome
sabato 22 Gennaio 2022
si fa di carta grazie a te! Arriva
Libro-rivista di racconti, inchieste, riflessioni

Il primo numero, ottimo anche come idea regalo, è già pronto e si intitola Cocktail partigiani. Parole in fondo al bicchiere, un volume di Gabriele Brundo, scrittore-barman genovese corredato da illustrazioni di una dozzina di disegnatori, da un ricettario di cocktail a base di Amaro Partigiano e da alcune riflessioni su produzione e consumo di alcol e letteratura.

OLTREPOP

E SAI COSA BEVI!!!
Homeconsumare stancaIn Olanda nasce la strada del futuro, fatta da pannelli solari

In Olanda nasce la strada del futuro, fatta da pannelli solari

Pannelli solari al posto del cemento in grado di illuminare strada, edifici che la circondano e mezzi che la percorrono. In Olanda è già realtà.

di Franco Fracassi

Una strada fatta da pannelli solari in grado di fornire energia per illuminare la via, i segnali stradali che la circondano e gli edifici che si trovano lungo il percorso, e perfino di fornire energia ai mezzi che la percorrono. Il futuro è apparso in una cittadina a nord di Amesterdam e si chiama Solaroad. «Per il momento abbiamo realizzato cento metri di pista ciclabile. Ma il nostro obiettivo è quello di stendere migliaia di chilometri di strade in Olanda e nel resto del mondo. SolaRoad rappresenta il futuro. Potrebbe essere una delle soluzioni che aiuteranno a salvare il pianeta dal disastro ecologico», ha spiegato Elisabeth Post, responsabile del progetto per conto della Provincia di Noord Holland.

L’idea è stata elaborata dai laboratori della Tno. Ma il progetto è stato finanziato interamente con soldi pubblici. Post: «SolaRoad è frutto della collaborazione tra enti locali, laboratori e industrie private e il governo centrale. L’obiettivo è di produrre il sedici per cento dell’energia necessaria alla città attraverso SolaRoad. Lo scopo del progetto è favorire la sostenibilità e l’innovazione. Un ente pubblico deve avere come obiettivo stimolare l’innovazione».

Il tratto sperimentale è costato circa tre milioni di euro. I pannelli fotovoltaici sono fatti di celle solari in silicio cristallino e sono protetti da uno strato traslucido di vetro temperato.

Sten de Wit, ricercatore di Tno: «I pannelli solari permettono di illuminare la strada, i segnali e al tempo stesso di fornire elettricità alle case adiacenti. L’obiettivo più ambizioso è che ricevano elettricità anche i veicoli che transitano su SolaRoad. Ci stiamo lavorando dal 2009, e gli obiettivi che abbiamo centrato finora ci fanno sperare nel riuscire a centrare traguardi ancora più ambiziosi».

Krommenie è una cittadina di diciassettemila abitanti a venticinque chilometri a nord di Amsterdam, famosa per la produzione di lineleum.

Secondo quanto si legge sul sito ufficiale di Solaroad, se tutte le strade degli Stati Uniti venissero pavimentate con pannelli solari, il Paese produrrebbe tre volte l’energia che produce oggi, con un taglio alle emissioni di anidride carbonica pari al settantacinque per cento.


Il video, anche se in inglese, spiega il funzionamento di SolaRoad.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

I nazisti ucraini nei giochi di guerra tra Putin e Biden

La CIA sta segretamente addestrando gruppi nazisti anti-russi in Ucraina dal 2015 [Branko Marcetic]

A #BlackLivesMatter serve un programma economico

In un paese che ha sempre usato la razza per giustificare la disuguaglianza, porre fine alla brutalità della polizia è solo l'inizio

Violenze di gruppo a Milano, i 3 cerchi dell’orrore dei Taharrush JamaR...

La pratica dei Taharrush Jama'i viene dall'Egitto. L'obiettivo è scoraggiare donne e attiviste a partecipare a raduni ed eventi pubblici

Il virus della disuguaglianza

Il rapporto Oxfam: cresce in Italia e nel mondo la concentrazione delle ricchezze, aumenta il numero dei poveri 

Scuola al freddo, linea dura della preside: sospesi in 66

Sospesi in 66 in un liceo artistico di Milano per aver rivendicato un diritto. Una storia in apparenza d'altri tempi