mercoledì 12 dicembre 2018

Ogni volta mi si spezza il cuore. Anche se è un finto storpio

Ogni volta mi si spezza il cuore. Anche se è un finto storpio

Ha un cappotto  marrone sudicio e sotto il cappotto è sempre nudo. Anche in inverno. Cammina trascinandosi, con la schiena curva

di Carmelo Albanese

foto-4

C’è un ragazzo dalle mie parti, in una via di Roma Nord, che chiede l’elemosina al semaforo.

Ogni volta è un colpo al cuore per me. Ha un cappotto  marrone sudicio e sotto il cappotto è sempre nudo. Anche in inverno. Cammina trascinandosi, con la schiena curva e una pronunciata zoppìa.

Ero in macchina con un amico. Quando ho visto che stavamo per fermarci e lui stava per raggiungerci al vetro dell’automobile per chiedere l’elemosina, ho chiesto al mio amico di dargli 50 centesimi, che ero impegnato con la guida.

A quel punto il mio amico mi ha detto:
– Ma a chi? A lui? Ma non la sai la sua storia? –
– No, perché? –
– Perché lui fa finta di zoppicare. E’ una recita. Lo hanno visto la sera correre per prendere l’autobus –
– Cioè, mi stai dicendo che lui sta bene, ma tutti i giorni, per tutto il giorno, con la pioggia, la neve, o il sole a quaranta gradi, fa questa messa in scena? Si insudicia, si finge storpio, malato e si lascia compatire solo per qualche spicciolo? –
– Eh già! –
– Allora la situazione è più grave di quanto pensassi. Dagli il doppio. Dagli un euro –

 

per gentile concessione di carmeloalbanese.wordpress.com

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.