17.9 C
Rome
sabato 13 Aprile 2024
17.9 C
Rome
sabato 13 Aprile 2024
HomecultureOgni volta mi si spezza il cuore. Anche se è un finto storpio

Ogni volta mi si spezza il cuore. Anche se è un finto storpio

Ha un cappotto  marrone sudicio e sotto il cappotto è sempre nudo. Anche in inverno. Cammina trascinandosi, con la schiena curva

di Carmelo Albanese

foto-4

C’è un ragazzo dalle mie parti, in una via di Roma Nord, che chiede l’elemosina al semaforo.

Ogni volta è un colpo al cuore per me. Ha un cappotto  marrone sudicio e sotto il cappotto è sempre nudo. Anche in inverno. Cammina trascinandosi, con la schiena curva e una pronunciata zoppìa.

Ero in macchina con un amico. Quando ho visto che stavamo per fermarci e lui stava per raggiungerci al vetro dell’automobile per chiedere l’elemosina, ho chiesto al mio amico di dargli 50 centesimi, che ero impegnato con la guida.

A quel punto il mio amico mi ha detto:
– Ma a chi? A lui? Ma non la sai la sua storia? –
– No, perché? –
– Perché lui fa finta di zoppicare. E’ una recita. Lo hanno visto la sera correre per prendere l’autobus –
– Cioè, mi stai dicendo che lui sta bene, ma tutti i giorni, per tutto il giorno, con la pioggia, la neve, o il sole a quaranta gradi, fa questa messa in scena? Si insudicia, si finge storpio, malato e si lascia compatire solo per qualche spicciolo? –
– Eh già! –
– Allora la situazione è più grave di quanto pensassi. Dagli il doppio. Dagli un euro –

 

per gentile concessione di carmeloalbanese.wordpress.com

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Il Carro del principe, un viaggio durato 27 secoli

Inaugurata nel museo di Fara Sabina la sala del carro di Eretum. Dalla Sabina alla Danimarca e ritorno

Fotografare per immaginare

Marchionni e Scattolini, itinerari del reportage poetico al museo Ghergo di Montefano

Il malgusto ai tempi del consumo

Food porn, oltre la satira del cibo spazzatura: Andrea Martella torna in scena con Hangar Duchamp

Perché Israele uccide i giornalisti

Intervista a Haggaï Matar, direttore dei media israelo-palestinesi autori di un'inchiesta shock sull'uso dell'intelligenza artificiale per uccidere civili a Gaza Rachida El Azzouzi]

Il marchese del Grillo in salsa mediorientale

Eccidio di cooperanti a Gaza e bombe su Damasco, Netanyahu cerca di allargare il conflitto fidando nello strabismo degli alleati