11 C
Rome
domenica 7 Marzo 2021
11 C
Rome
domenica 7 Marzo 2021
Home quotidiano movimento Torino, cariche sul corteo

Torino, cariche sul corteo

Il corteo dei #MaiconSalvini torinesi era appeno partito quando  è partita la carica della polizia. Un ferito e cinque fermati

Gli attivisti #MaiconSalvini scesi in piazza contro la sfilata della Lega Nord nel capoluogo piemontese sono stati caricati dalla polizia in via XX settembre, angolo via Monte della Pietà. Il corteo non aveva percorso neanche cinquecento metri quando è partita la carica. Un manifestante ferito è stato soccorso sul posto, almeno cinque gli attivisti fermati. Salvini ha organizzato la sua kermesse contro l’attuale giunta regionale PD, in merito allo scandalo delle false firme che l’hanno recentemente coinvolta. “Ma Salvini e la Lega – ricordano i manifestanti torinesi – non sono un’alternativa a Renzi e Chiamparino ma l’altra faccia della stessa medaglia, che si contende ciò che rimane dei nostri diritti e delle libertà abbattute e umiliate dal governo”.

Il corteo è stato attaccato mentre provava ad avvicinarsi in piazza Solferino, dove Salvini dovrà tenere il suo comizio e, con la Lega, anche i fascisti di Casa Pound. Dopo essere arretrati verso piazza del Duomo i manifestanti si sono ricompattati per continuare il corteo, anche se la piazza dove è atteso Salvini è blindatissima e protetto da polizia e guardia di finanza.

I lacrimogeni della polizia hanno raggiunto anche una piazza circostanze dove era in corso una iniziativa per bambini.

“Manifestiamo contro Salvini e il suo discorso fatto di odio e razzismo” dichiarano i manifestanti e dal camion gli attivisti continuano a lanciare i loro slogan contro “l’altro” Matteo e la Lega Nord: “Lega ladrona, Torino non perdona”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Teorema Mar Jonio, Casarini: «Sono colpevole. Come Lucano»

Il "teorema" contro la nave di Mediterranea, interviene Luca Casarini, uno dei quattro indagati per "reato di solidarietà"

Cucchi, al processo si cerca l’origine dei depistaggi

Il processo sui depistaggi prova a mettere a fuoco le fasi in cui è scattata la macchina del fango contro la vittima e la famiglia Cucchi

Grecia, la vendetta di Stato contro un detenuto politico

Koufontinas (17N) ha smesso di nutrirsi e di bere da quasi due mesi. Vuole un trasferimento che il governo rifiuta. Repressione alle stelle in Grecia

Germania: 3 nazi, 10 omicidi e 13 anni in fuga

La Germania, dopo lo scandalo Nsu, si chiede se i partiti apertamente neonazisti come quello dovrebbero essere vietati (Prune Antoine)

No all’acqua in Borsa!

40mila firme per dire NO all’acqua in Borsa. Verso la Giornata mondiale del 22 marzo