25.2 C
Rome
domenica 25 Settembre 2022
25.2 C
Rome
domenica 25 Settembre 2022
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
HomecultureAssumere gli assunti e via l’art. 18: benvenuti nel Jobs Act

Assumere gli assunti e via l’art. 18: benvenuti nel Jobs Act

Succede all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove sessanta lavoratori, tramite la cessazione di un appalto, si apprestano ad essere licenziati e riassunti

Di Carlo Perigli

hydraLicenziati dalla Cooperativa Hydra e riassunti dalla Hydra Health Srl a breve giro di posta, questo il destino che attende i lavoratori che si occupano dei servizi di logistica leggera e pesante dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Un passaggio di personale, circa 60 lavoratori, da un’azienda all’altra, entrambe facente parti del consorzio, dovuto ad una semplice cessazione dell’appalto, nel quale viene assicurato il mantenimento del contratto a tempo indeterminato. Tutto qui? Nemmeno per idea, perché con la riassunzione si entra in quel “meraviglioso” quadro normativo disegnato dal Jobs Act e allora due domande conviene farsele. Fermo restando che l’Hydra Healt si impegnerebbe a mantenere gli scatti d’anzianità maturati e a stralciare il periodo di prova previsto per i nuovi assunti dal contratto a tutele crescenti, di mantenere l’articolo 18 l’azienda non se ne parla proprio. Non c’è, così come non è prevista la possibilità di reintegro per i lavoratori licenziati per motivi economici, ai quali eventualmente spetterebbero alcune mensilità. Per la Hydra un piatto ricco, composto dalla defiscalizzazione per la riassunzione e la precarizzazione dei contratti a tempo indeterminato, ed in caso di licenziamento illegale le mensilità previste dalle sanzioni sono 4 e non più 12. Così, conti alla mano, si può ragionare se l’attività sindacale di quel lavoratore è tollerabile o meno e se il portafogli ne permette l’allontanamento. Magari, chissà, in futuro si potranno evitare altre scomode battaglie per l’adeguamento del contratto, come fu quella dello scorso anno. Nelle statistiche però, risulteranno solamente le sessanta assunzioni in più, che potranno essere sbandierate insieme alle altre che ne verranno. Presto o tardi un Paese intero sarà riassunto, ma senza diritti. Benvenuti nel magico mondo del Jobs Act.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Massa: l’alberghiero a indirizzo oscurantista

Regolamento choc per studenti e insegnanti in una scuola di Massa, tra errori educativi e diritti negati

Caso Hasib, “decapitato” il Commissariato di Primavalle

L'inchiesta sulla perquisizione degli agenti nella casa del disabile poi precipitato dal balcone [Maria D'Amico]

Il derby Meloni-Salvini

La sfida interna alle destre tra gioco delle parti e lotta per la leadership, vista da un inviato di Mediapart [Romaric Godin]

Antiziganismo, quel razzismo normale della Lega

Intervista a Gennaro Spinelli (Ucri) durante un presidio contro l'ennesimo caso di hate speech a Firenze [Chiara Nencioni]

I soldi ci sono ma i padroni li tengono stretti. E lo ammettono

Rapporti choc di Ocse, Fondazione Ambrosetti e Fondazione Di Vittorio. La profittabilità delle imprese italiane è tra le più alte d'Europa, i salari sempre più bassi e per ogni posto vacante ci sono dieci disoccupati