20.7 C
Rome
venerdì 25 Giugno 2021
20.7 C
Rome
venerdì 25 Giugno 2021
HomecultureMotociclisti in papillon contro il cancro

Motociclisti in papillon contro il cancro

Domenica 25 settembre torna la “corsa”dei Distinti Gentiluomini per combattere il cancro alla prostata. Ecco come partecipare.

di Rosa Cella

gentiluomo e gentildonna in sella a moto special Triumph
gentiluomo e gentildonna in sella a moto special Triumph

L’eleganza innanzitutto. Almeno è quello che promettono i Distinti Gentiluomini che domenica 25 settembre saliranno in sella alla loro moto con capelli, baffi e barbe impomatati, camicie di seta, cravatte o papillon, tutto rigorosamente in stile vintage, per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata.

L’appuntamento vedrà impegnati oltre quarantamila motociclisti in 410 città di 79 paesi nel mondo, dall’America del nord a quella del Sud, dall’Afghanistan alla Cina, fino ad arrivare all’Italia, dove sono 27 le città impegnate nella gara della solidarietà.

“A Genova siamo alla terza edizione – raccontano Ugo Roffi e Fabio Santinelli di Café Racer Genova, e quest’anno non ci faremo mancare proprio nulla: oltre al giro per la città, certamente la parte più spettacolare, all’arrivo in piazza dei Micone a Sestri Ponente ci sarà Monsieur Barberia dove Cristina aggiusterà al volo barbe e baffi spettinati dal troppo vento preso in moto, poi ci sarà lo spettacolo dei ballerini acrobatici di swing “Mash Up” e poi l’aperitivo con la musica selezionata dal dj Alex Strange”, il tutto circondati dalle nostre bellissime moto!”

L’evento anche quest’anno è organizzato da Cafè Racer Genova in collaborazione con Greaser Garage, Iuri Moto, Biemme Moto e Vuscià. L’iscrizione è aperta a chiunque possegga una moto classica o classica moderna (café racer, scrambler, bobber, custom, vespe o lambrette) e voglia sfoggiare un abito elegante: basta andare sul sito www.gentlemansride.com e cercare il “ride” di Genova, iscriversi e fare una donazione.

La prima “corsa dei distinti Gentiluomini” è stata organizzata nel 2012 a Sydney in Australia ed è stato subito un successo, l’edizione dell’anno scorso ha messo insieme circa 37 mila partecipanti in 410 città di 79 paesi nel mondo, che complessivamente hanno raccolto 2,3 milioni che hanno finanziato la ricerca contro il cancro alla prostrata.

Quest’anno l’obiettivo – scrivono gli organizzatori dall’Australia – è raggiungere cinque milioni di dollari. Ad oggi sono già stati raccolti 1,5 milioni di dollari. Da Genova fanno sapere gli organizzatori hanno già superato i 2500 euro, raddoppiando quanto raccolto l’anno scorso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Quanto costerà agli ungheresi l’omofobia di Orban

La legge omofoba ungherese ha sconvolto l'agenda del vertice UE. Diciassette leader chiedono sanzioni. Gli scenari [Ludovic Lamant] 

Ogni movimento ha un filo che lo porta a Genova

Si va verso il ventennale di Genova e partiamo seguendo una delle tracce seminate da Guadagnucci e Agnoletto con «L'eclisse della democrazia»

Stracciamo il Concordato: Ddl Zan ora!

Il Vaticano invade lo spazio pubblico, la destra familista gioca col fuoco, il dibattito nel mondo femminista Il Vaticano fa...

Catalogna, l’ambigua grazia di Sànchez

I nove leader catalani ancora in prigione sono stati graziati ma Sánchez chiude la porta alle vere amnistie [Ludovic Lamant]

Così i fascisti francesi volevano avvelenare il cibo halal

Come un infiltrato ha ingannato i "patrioti" che stavano pianificando attacchi islamofobi [Matthieu Suc]