22.4 C
Rome
domenica 23 Giugno 2024
22.4 C
Rome
domenica 23 Giugno 2024
Homecronache socialiIo non sono razzista ma, anzi sì

Io non sono razzista ma, anzi sì

Breviario di luoghi comuni del razzista medio in voga nell’Italia del secondo millennio

di Enrico Baldin

10351400_1554922758057099_2537035937651607689_n

Se lavorano non va bene perché tolgono il lavoro agli italiani, se giocano non va bene perché non fanno un cazzo.

Se lavorano per due soldi non va bene perché fanno concorrenza al ribasso agli italiani, se pretendono di esser pagati il giusto ecco che oltre a tutto quello che gli diamo hanno anche pretese.

Se sono negli appartamenti non va bene perché troppo comodi, se li ammassi nei centri di permanenza non va bene perché sono troppi e alla gente fa paura.

Se il prefetto ti convoca per concordarne la distribuzione nel territorio non ci vai perché non li vuoi, se il prefetto te li manda non li vuoi perché non era stato concordato.

Se vengono dalla guerra non va bene perché la usano come scusa per chiedere asilo, se sono migranti economici non va bene perché devono tirarsi su le maniche a casa loro.

Se li lasci liberi non va bene perché sono liberi di delinquere, se li rinchiudi in qualche centro non va bene perché spendiamo soldi per i centri.

Se dici che vanno accolti portateli a casa tua, se li porti a casa tua sei complice dell’invasione.

Se gli fai scuola di italiano le coop lucrano, se non imparano l’italiano non va bene perché non si integrano.

Se chiedono una moschea in cui pregare non va bene per le radici cristiane, se pregano senza chieder nulla non va bene perché fanno covi di jihadisti.

Se…

chiesarazzisti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

razzismo, razzista, migranti, immigrati, stranieri, salvini, lega, fascisti, fascismo, zenofobia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Che cosa ci insegna la sinistra francese

Perché dall'altro versante delle Alpi la devastazione sociale è più arretrata che in Italia [Andrea Martini]

Ansa: “Ilaria Salis è libera”

Tolto il braccialetto elettronico, l'europarlamentare può tornare in Italia

Francia, nasce il Fronte Popolare

"Siamo pronti a governare". Trattative dure ma i leader della gauche hanno un accordo e un programma per i primi cento giorni [Mathieu Dejean]

Europee, Ilaria Salis ce l’ha fatta. Fine delle buone notizie

La sinistra c'è ma non si scolla dal Pd. L'onda nera c'è ma non ferma Ursula. Primi spunti sui risultati delle elezioni europee 

Le parole sono importanti!

Una lotta vittoriosa oltreoceano per combattere l’antiziganismo anche nell’arte