30.3 C
Rome
sabato 12 Giugno 2021
30.3 C
Rome
sabato 12 Giugno 2021
Homepadrini & padroniRaggi sfratta Renoize. L'Estate romana non ha memoria

Raggi sfratta Renoize. L’Estate romana non ha memoria

C’è l’Estate Romana, niente spazi per Renoize, il festival che da 10 anni ricorda Renato Biagetti, ucciso da due fascisti. I suoi compagni: «Lo faremo comunque a Parco Schuster»

di Checchino AntoniniionondimenticoZC

 

La Giunta Raggi sfratta Renoize, il festival dedicato a Renato Biagetti, ucciso 11 anni fa da dalle coltellate di due balordi fascisti di periferia. Usciva da una festa in spiaggia, a Focene, ed ebbe la sventura di imbattersi in due ragazzi del posto infastiditi dalla presenza di altri giovani, diversi da loro. Da allora i suoi compagni, sua madre Stefania Zuccari e suo fratello Dario, ogni anno, ricordano Renato con il linguaggio che lui stesso adoperava, il linguaggio della musica. Renato era un ingegnere del suono e Renoize vuole valorizzare quelle passioni e la convivialità che riescono a inventare nel segno di antifascismo, antirazzismo e antisessismo.

Ma quest’anno, scrivono i suoi compagni, «in un contesto di crisi sociale ed economica, con una Giunta capitolina schiacciata sempre più su interessi finanziari e immobiliari e con affermazioni di posizioni razziste, viene negata l’autorizzazione allo svolgimento di Renoize 2017 nel luogo che da sempre lo ospita, Parco Schuster».

Un altro colpo per quanti avevano salutato l’elezione di Virginia Raggi come segnale di discontinuità, dopo gli sgomberi di migranti poverissimi, le grane per l’iFest, le censure al Cinema Aquila, i guai per gli spazi sociali che abitano stabili del comune e la cancellazione di ogni promessa di democrazia partecipata.

«Con ottusa cecità si nega, per via dell’estate romana, lo svolgimento di un iniziativa in cui una larghissima parte del territorio partecipa, in cui il tessuto sociale dell’VIII municipio si attiva, in cui da tutta la città arrivano persone. E quindi precisiamo, sin da subito, che Sabato 2 settembre Renoize 2017 si farà. E si farà a parco Schuster. Per questo, come ogni anno, lanciamo un primo appuntamento, perché questo meccanismo collettivo si rimetta in moto e costruisca, insieme, l’organizzazione di questa iniziativa che rappresenta il nostro modo per continuare a camminare mano nella mano con Renato. Ci vediamo Mercoledì 21 Giugno, alle 18, ad Acrobax».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Scatti di un Paese che cade, e si rialza. Forse

A Genova, L’Italia di Magnum da Robert Capa a Paolo Pellegrin. Alla loggia degli Abati di Palazzo Ducale fino all’8 luglio 

La surreale lotta degli zapatisti per la vita. E contro il capitalismo

Una delegazione degli zapatisti sta salpando per l'Europa. Non per conquistare, ma per connettersi con altri insurgenti [John Holloway]

Taiwan è davvero il posto più pericoloso della terra?

Taiwan, la rivalità tra Cina e Stati Uniti, nonostante l'allarme dell'Economist, non sembra disturbare la vita quotidiana [Alice Herait]

La global tax del G7, un paradiso per le multinazionali

G7: Le multinazionali vanno in Paradiso (fiscale [Marco Bersani, Attac Italia]

Danae non è più sola

Lo sguardo femminile di Zehra Dogan riscrive il mito di Danae. A Villa Brandolini di Treviso la mostra Danae Revisited  [Eliana Como]