Cuba, prime note su Diaz-Canel

Cuba, prime note su Diaz-Canel

Chi è e che poteri avrà Miguel Diaz-Canel, successore di Raúl Castro alla presidenza di Cuba

Francamente è presto per commentare l’elezione del primo presidente nato dopo la vittoria della rivoluzione. Più volte, anche senza arrivare a una nomina formale, erano comparsi a fianco di Fidel giovani quadri di belle speranza che tutti i “cubanologi” indicavano come i delfini dei Castro: Carlos Aldana, Roberto Robaina, Carlos Lage Dávila,Felipe Pérez Roque, ed altri, che dopo qualche anno erano stati poi destituiti bruscamente con motivazioni generiche e poco convincenti. In un paio di casi si era detto che erano “attratti dal miele del potere”… La prima novità dunque è semplicemente quella che è arrivato in porto un progetto di ringiovanimento del gruppo dirigente che era stato pensato da tempo ma era stato finora bloccato da paure poco fondate e da metodi troppo bruschi.

Miguel Diaz-Canel è stato alla fine eletto con un voto che lo stesso corrispondente dall’Avana del “manifesto” ha definito bulgaro (99,83%) e che la dice lunga sui criteri di selezione di un’assemblea di dubbia utilità e rappresentatività. Ma il basso profilo mantenuto da Diaz-Canel negli anni dell’attesa (e dell’apprendistato) consiglia di aspettare a parlare di cosa vorrà e potrà fare, in un sistema regolato da una costituzione che subordina formalmente il governo, il parlamento e la società al ruolo dirigente del partito comunista, il cui segretario generale è Raúl Castro e nel cui Ufficio politico siedono alcuni esponenti conservatori della vecchia generazione.

Il linguaggio usato da Diaz-Canel per presentarsi è quanto mai rituale: “continuerà il perfezionamento del socialismo”, e manterrà come “priorità interne” i problemi socioeconomici già definiti dalla precedente amministrazione. D’altra parte, con parole di lode al ruolo storico del vecchio leader, Diaz-Canel ha annunciato che Raúl Castro sarà il “promotore delle decisioni più importanti per il presente e il futuro della nazione” in quanto primo segretario del PC di Cuba. E Raúl Castro in un discorso più articolato e meno freddo del consueto, ha precisato però che la singolare situazione che il nuovo presidente cubano non sia anche il primo segretario del PCC è solo temporanea, dal momento che si prevede che entro tre anni Diaz Canel assuma anche questo incarico. Un’altra lunga fase di apprendistato…

La sorte della nuova presidenza dipende da molti fattori, in gran parte esterni. Aumentano le incertezze per il ruolo degli USA, appoggiati da molti governi dell’America Latina e anche dal Canada, che ha ridimensionato la sua rappresentanza diplomatica all’Avana accettando la motivazione di Trump, che aveva preso a pretesto un ipotetico avvelenamento ambientale doloso. Sono in gravi difficoltà i paesi sopravvissuti all’ondata di destra: persa da tempo l’Argentina, e lacerato il Brasile, ma con una mobilitazione insufficiente della parte di sinistra, è incerta la sorte dell’Ecuador, ma anche e soprattutto quella del Venezuela. Lo stesso corrispondente del Manifesto dall’Avana non ha nascosto che una delle maggiori preoccupazioni riguarda proprio la sopravvivenza di questo paese che in passato aveva fornito un aiuto prezioso e disinteressato a Cuba. Rimane poco altro: non considero neppure tra gli amici di Cuba la dinastia pseudosandinista di Ortega che guida il Nicaragua. Questo paese era diventato già un peso, ed è oggi un nuovo fattore di discredito, dato che spara senza esitare su chi protesta contro i tagli alle pensioni.

Chi può aiutare Cuba a resistere ancora a una penetrazione statunitense divenuta più facile col gesto di Obama e oggi pericolosissima per l’asse tra Trump e la peggiore feccia revanscista di Miami? Non certo l’Europa, in cui il 90% di quel poco che rimane di sinistra non pensa neanche lontanamente di far qualcosa per spezzare l’assedio. Non la Russia e la Cina, che in continenti lontani hanno una lunga tradizione di scarso impegno a sostenere cause scomode quando aumentano il contenzioso con gli Stati Uniti. Non ci rassegniamo, e faremo il possibile per difenderla, ma sarà un compito difficilissimo, soprattutto se Cuba non riuscirà a riallacciarsi al suo eccezionale e originale patrimonio rivoluzionario, utilizzando tutte le sue potenzialità per rilanciare una credibile proposta internazionalista.

Si capisce quindi l’incertezza nel fare previsioni sul futuro di Diaz-Canel (e di Cuba). Un giurista cubano, Julio Antonio Fernández, ha dichiarato in modo ironico all’agenzia IPS che lo intervistava: “Tutti sono d’accordo che avremo un nuovo paese… Io direi di più, avremo un nuovo Stato, un nuovo governo, una nuova politica, e tutto sarà diverso, ma non sappiamo in che cosa e quanto”.

Focus

giovedì 17 gennaio 2019 Francesco Ruggeri
Eliana Como: «in Riconquistiamo tutto siamo per una Cgil più radicale, Colla moderato e Landini continuità con Camusso»
Roma, il malgoverno e la strage di senza dimora
mercoledì 16 gennaio 2019 Redazione
Senza dimora, 11 morti a Roma, sono le vittime dell’emergenza freddo da novembre a oggi Diodati (Croce Rossa): “Servono strutture di accoglienza”. Sant’Egidio: “Ci vuole un piano che duri tutto l’anno”. Roma Capitale mette a disposizione 1600 posti per l’emergenza notturna ma la stima è di 10 mila persone in strada ROMA – Aveva ...
lunedì 14 gennaio 2019 Giulio AF Buratti
Pap: Carofalo e Cremaschi eletti portavoce. Il 73% vuole andare alle europee ma da soli (55%). Hanno votato in 1600, per lo statuto furono più di 4mila
Perché, cent’anni dopo, ci serve ancora Rosa Luxemburg
lunedì 14 gennaio 2019 Antonio Moscato
Le falsificazioni di Stalin. Come recuperare il pensiero di Rosa Luxemburg. Il contributo fondamentale alla teoria marxista. Il ruolo della burocrazia
sabato 12 gennaio 2019 Checchino Antonini
Torino, nemmeno questa volta sono stati in 40mila ma il grande affare del Tav mette insieme i poliziotti buoni e i poliziotti cattivi del liberismo
Europee, doccia fredda sul Pd: verdi e Pizzarotti correranno da soli
sabato 12 gennaio 2019 Giulio AF Buratti
#OndaverdeEcivica: verdi e sindaci in campo per le Europee nella speranza di emulare i tedeschi e intercettare delusi del Pd e di M5S
martedì 8 gennaio 2019 Redazione
Il decreto Salva Carige. Il primo salva banche del governo del "cambiamento". Una montagna di soldi che potrebbero essere spesi meglio
Decreto Salvini, i ricorsi dei sindaci e dei richiedenti asilo
lunedì 7 gennaio 2019 Redazione
Decreto sicurezza, a Milano e Bologna presto i ricorsi dei richiedenti asilo

in fondo a sinistra

Prc/PaP: «Denunce immaginarie, polemiche inutili»
martedì 4 dicembre 2018 Redazione
Il segretario Prc risponde alle accuse dei vertici di Potere al popolo: «Denunce immaginarie e polemiche inutili»
Ferrero: «Solo i conflitti sociali manderanno a casa questo governo»
domenica 2 dicembre 2018 Enrico Baldin
Paolo Ferrero: «Credo che questo governo potrebbe andare in crisi col conflitto sociale. Se no le loro mediazioni interne possono durare anche a lungo»
PaP, ma chi è davvero il fuoriuscito?
domenica 2 dicembre 2018 Redazione
PaP e dintorni. Carofalo e Cremaschi bollano quelli di Rifo. Ma chi è fuoriuscito e da cosa? E che cosa vuol dire fuoriuscito?

cronache sociali

Casale Alba 1, arriva la pizza Della Casa. Cotta senza trasparenza
mercoledì 16 gennaio 2019 Francesco Ruggeri
IV Municipio di Roma, non si ferma il progetto della giunta pentastellata per tramutare in pizzeria un casale storico dentro un parco urbano
Malta autorizza lo sbarco: «C’est fini», la gioia sulla Sea Watch
giovedì 10 gennaio 2019 Redazione
Malta autorizza lo sbarco di Sea Watch e Sea Eye. Migranti accolti in 8 paesi
2018, un anno di foto su Popoff
lunedì 31 dicembre 2018 Redazione
Un anno nelle foto pubblicate su Popoff. C'erano una volta Potere al popolo, Ponte Morandi, Claudio Lolli, la Zad di Notre dame de Landes ecc...

consumare stanca

Privatizzare farmacie? Fatto. Il pacco di Raggi ai romani
sabato 5 gennaio 2019 Francesca Zaccari
Roma, non era nel programma elettorale ma Raggi punta a privatizzare le partecipate. Ennesimo voltafaccia a cinquestelle
Hilary, Clerici, Albano, Romina, Isoardi, Padre Pio. E noi
domenica 23 dicembre 2018 Checchino Antonini
Perché i nostri vicini di casa, la gente in fila alla posta o nei centri commerciali ci sembrano marziani? Dove nasce il senso comune?
A Piacenza tornano i Vignaioli Indipendenti 
venerdì 23 novembre 2018 Ludovica Schiaroli
Sabato 24 e domenica 25 Mercato dei Vini a Piacenza Expo: oltre 600 vignaioli racconteranno il loro vino.

padrini & padroni

Decreto Salvini, disobbedire è giusto
domenica 6 gennaio 2019 Antonio Moscato
A proposito dello scontro tra sindaci e Salvini. Riscoprire il dovere della disobbedienza
Salvini e gli infami
domenica 23 dicembre 2018 Redazione
Lettera aperta alla Polizia Postale alla luce delle dichiarazioni del ministro di polizia Salvini
Ex Penicillina, così Salvini e Raggi fanno la festa ai diritti umani
lunedì 10 dicembre 2018 Checchino Antonini
Ex Penicillina di Roma, la messa in scena dello sgombero a uso e consumo delle telecamere puntate su Salvini

malapolizia

Il cestista: «Abbassa la pistola». L’agente: «Da noi è normale»
sabato 5 gennaio 2019 Checchino Antonini
La denuncia del cestista Mike James, che gioca nel Milano, fermato pistola in pugno mentre passeggiava vicino casa
Cpr di Bari e Potenza, condizioni disumane e violenza poliziesca
sabato 15 dicembre 2018 Ercole Olmi
Tensione contro un rimpatrio nel Cpr di Palazzo S.Gervasio e a Bari rivolta contro la violenza della polizia e le condizioni di reclusione
Cucchi e Anselmo: basta compromessi sui diritti umani
sabato 15 dicembre 2018 Checchino Antonini
Ilaria Cucchi e Fabio Anselmo sul palco della Fiom all'indomani dell'ennesima udienza in cui una teste conferma che Stefano fu picchiato da chi l'arrestò

quotidiano movimento

Antirazzismo, gli Indivisibili fanno rete
lunedì 17 dicembre 2018 Checchino Antonini
Com'è andata l'assemblea nazionale di Roma convocata dal cartello, gli Indivisibili, che diede vita al corteo del 10 novembre contro il dl Salvini
Ci avranno #indivisibili, assemblea a Roma
sabato 15 dicembre 2018 Redazione
#indivisibili: assemblea nazionale il 16 dicembre a Roma. Dopo il corteo del 10 novembre contro la Legge Salvini e e il governo Lega-5Stelle
8 dicembre, contro le grandi opere, per la difesa del pianeta
mercoledì 28 novembre 2018 Redazione
Appello per l’8 Dicembre 2018: 9a Giornata Internazionale contro le Grandi Opere Inutili e Imposte e per la Difesa del Pianeta

in genere

Macché sicurezza, questo decreto è anche contro le donne
domenica 2 dicembre 2018 Redazione
Dl Salvini: donne incinte o con bimbi nati da stupri buttate in mezzo a una strada. Gli effetti deleteri del decreto sicurezza cominciano a vedersi 
Nudm, permanentemente agitate
sabato 13 ottobre 2018 Redazione
Il punto su Non Una Di Meno, l’unico movimento capace di rivendicare che la libertà di un soggetto non si basa sull’esclusione di un altro
Nudm, oggi a Verona contro le mozioni antiabortiste
sabato 13 ottobre 2018 Redazione
Sabato 13 ottobre mobilitazione a Verona contro le mozioni anti-abortiste. Non Una Di Meno lancia lo stato di agitazione permanente

mondi

Gilet gialli, ottavo atto. Sfondato il portone di un ministero
sabato 5 gennaio 2019 Checchino Antonini
Gilet gialli, ancora 50mila in piazza in tutta la Francia. Scontri e arresti soprattutto a Parigi. Identità e prospettive di un movimento
Ortega, Macrì, Bolsonaro: que pasa in LatinoAmerica
martedì 25 dicembre 2018 Redazione
Governi "progressisti” in America latina: Malgrado un bilancio negativo, dal basso qualcosa sta nascendo! 
Bolsonaro ossessionato da Gramsci censura gli insegnanti
martedì 11 dicembre 2018 Redazione
Brasile, il ministro di Bolsonaro dichiara guerra alla scuola e agli insegnanti, sarebbero tutti scientisti e intellettuali organici di Víctor David López* Pochi concetti sono stati più chiari di quelli adoperati da Jair Bolsonaro, nella sua corsa verso la presidenza del Brasile, contro “l’indottrinante” sistema educativo brasiliano. Quello che “fondamentalmente spiega che il capitalismo è ...

culture

Genova, Circumnavigando alla diciottesima

Acrobati, funamboli, saltimbanchi. E Perfino santi a piedi nudi. Circumnavigando Festival a Genova

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Erri De Luca: Prontuario per il brindisi di Capodanno

Gli auguri per il 2019 della redazione di Popoff, il Prontuario per il brindisi di Capodanno di Erri De Luca

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Danza, il festival dentro un altro festival

Genova, Michela Lucenti e Nour al Sharq Festival chiudono Resistere e Creare, rassegna di danza contemporanea al Teatro delle Tosse

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Genova, il rifugio della fabbrica

Visita al rifugio di Campi costruito durante la seconda guerra mondiale che poteva ospitare fino 4500 persone.

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Genova in 15 oggetti +1

La storia di Genova e della Liguria in una mostra di design che recupera oggetti della tradizione con qualche sorpresa.

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Solo vino naturale nel cuore della Roma pasoliniana

SO2 si afferma nella capitale fra i primi rappresentanti del “movimento” dei vini naturali a Roma

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Quando la lotta di classe è un film, di guerra

Cinema militante. Recensione a “In Guerra” di Stephane Brizé, con Vincent Lindon e Melanie Rover [Leonardo Staita]

[vc_gitem_acf field_group="34264" field_from_34264="field_5ada0f4f85d87" show_label="yes"]

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.