22.7 C
Rome
mercoledì 22 Settembre 2021
22.7 C
Rome
mercoledì 22 Settembre 2021
Homein genereAssorbenti gratis, per tutte. In Scozia è legge

Assorbenti gratis, per tutte. In Scozia è legge

La Scozia è la prima nazione a fornire pannolini a tutte le donne, dopo quattro anni di mobilitazione guidata dalla parlamentare Monica Lennon

La Scozia è diventata il primo paese al mondo a fornire un accesso gratuito e universale ai prodotti per il ciclo dopo una campagna di quattro anni che ha fondamentalmente spostato il discorso pubblico sulle mestruazioni.

Il Period Products (Free Provision) (Scotland) Act, che è passato all’unanimità nella sua fase finale martedì sera, imporrà alle autorità locali l’obbligo legale di rendere disponibili i pannolini per le mestruazioni a tutte coloro che ne hanno bisogno, basandosi sul lavoro di comuni come North Ayrshire, che dal 2018 fornisce gratuitamente tamponi e assorbenti igienici nei suoi edifici pubblici.

La campagna – sostenuta dal supporto popolare a livello nazionale – è stata guidata dalla portavoce della salute dei lavoratori scozzesi, Monica Lennon, che ha detto al Guardian che questo è stato “un giorno di orgoglio per la Scozia”.
Lennon ha detto: “Questo farà una differenza enorme nella vita delle donne e delle ragazze e di tutti coloro che hanno le mestruazioni. Ci sono già stati grandi progressi a livello comunitario e attraverso le autorità locali nel dare a tutti la possibilità di avere un periodo dignitoso.

“C’è stato un enorme cambiamento nel modo in cui i cicli vengono discussi nella vita pubblica. Solo pochi anni fa non c’era mai stata una discussione aperta sulle mestruazioni nella camera di Holyrood e ora è diventata una realtà. Le parlamentari scozzesi hanno avuto il piacere di farne parte, e hanno riguardato la menopausa, l’endometriosi, così come i tipi di prodotti che usiamo e la loro sostenibilità”.
La “period poverty” – la difficoltà di pagare mensilmente i prodotti sanitari di base – è aumentata durante la pandemia di coronavirus, secondo gli enti di beneficenza.

Una ricerca precedente del gruppo di base Women for Independence ha rivelato che quasi una donna su cinque ha vissuto una situazione di “period poverty”, che ha un impatto significativo sulla loro igiene, salute e benessere. Si stima che le donne spendano in media 13 sterline al mese in assorbenti e diverse migliaia di sterline nell’arco della vita.

Monica Lennon

Il programma, che si stima costerà circa 8,7 milioni di sterline all’anno, non sarà sottoposto a verifica dei mezzi. Il governo scozzese aveva inizialmente contestato il provvedimento universale, ma è passato ad aderire al sostegno trasversale dei partiti nella prima fase del dibattito sul disegno di legge a febbraio. Lo SNP, Scottish National Party, ha dovuto affrontare una crescente pressione da parte dei suoi stessi attivisti e di un’ampia coalizione di sindacati e gruppi della società civile galvanizzati da Lennon.

La legge sancirà anche l’obbligo per le scuole, i college e le università di fornire i prodotti gratuitamente, come annunciato dal primo ministro, Nicola Sturgeon, nel 2017. Si trattava allora di una prima mondiale, mentre il governo scozzese ha anche finanziato un progetto ad Aberdeen per fornire prodotti gratuiti alle famiglie a basso reddito, oltre ad altri 4 milioni di sterline per i consigli comunali per continuare l’installazione in altri luoghi pubblici.

Nel frattempo, una serie di singole aziende – ristoranti, pub e persino club di calcio – hanno iniziato a fornire prodotti gratuiti in modo indipendente. È diventato sempre più comune in Scozia entrare in un bagno per donne e trovare prodotti gratuiti vicino ai lavandini, o in una honesty box.

Lennon ha detto che gli attivisti di tutto il mondo hanno seguito molto da vicino i progressi in Scozia. “E’ un messaggio importante nel mezzo di una pandemia globale che possiamo ancora mettere i diritti delle donne e delle ragazze in cima all’agenda politica”.

dal Guardian

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

GKN, il tribunale cancella il licenziamento

Condotta antisindacale: i lavoratori Gkn riescono a inceppare la macchina della delocalizzazione. Ora dovrebbe agire il governo

«Non ci ammaleremo di paura». Gkn si prende Firenze

Firenze, è il giorno del corteo nazionale indetto dal Collettivo di Fabbrica Gkn contro i licenziamenti

Assemblea Gkn: ecco come bloccare le delocalizzazioni

Perché è illegittimo il comportamento dell'azienda nella delocalizzazione della Gkn. Un documento dell'assemblea permanente

Big Pharma, profitti alle stelle e quasi niente tasse

Denuncia di Oxfam ed Emergency: il monopolio sui vaccini anti Covid è una manna per le multinazionali e un genocidio per i paesi poveri

Gkn, gli operai che non rispettano il copione

Gkn. Marco Bersani spiega perché quella lotta parla a tutti noi , un appello della società della cura e un articolo di Francesco Locantore