30.2 C
Rome
giovedì 30 Giugno 2022
30.2 C
Rome
giovedì 30 Giugno 2022
HomecultureCocktail Partigiani, un libro per rimescolare e rimescolarci

Cocktail Partigiani, un libro per rimescolare e rimescolarci

Cocktail partigiani. Parole e immagini in fondo al bicchiere. I racconti di Gabriele Brundo, le ricette dell’Amaro Partigiano e molto altro

Popoff si fa di carta. Una volta l’anno, almeno. Con “Cocktail partigiani Parole e immagini in fondo al bicchiere”, Popoffquotidiano inaugura OLTREPOP, rivista-libro progettata dalla redazione assieme a compagne e compagni di strada.

Ecco gli ingredienti di Cocktail Partigiani: uno scrittore-barman, dodici fumettisti, un liquorificio sociale, una fabbrica recuperata, un museo della Resistenza, un sito giornalistico di inchiesta e una grande associazione culturale e di promozione sociale.

E’ prima di tutto una raccolta di racconti dedicati ai miscugli alcolici ciascuno dei quali commentato da un disegnatore.

L’autore è Gabriele Brundo, barman di un locale nei caruggi di Genova, animatore di un laboratorio di scrittura. Dal suo incontro con Checchino Antonini, giornalista di Popoff quotidiano, e con l’Amaro Partigiano – dunque con le esperienze di Rimaflow di Milano e degli Archivi della Resistenza di Fosdinovo (MS) – scaturisce il progetto di mescolare i suoi racconti di viaggio con i disegni, un ricettario di cocktail a base di liquori e vini autoprodotti e gli interventi di Stefano Carmassi e tre dirigenti Arci di Toscana, Liguria e Roma su produzione e consumo consapevoli e responsabili di bevande alcoliche, sia dal punto di vista della sicurezza, sia da quello della qualità dei prodotti e del lavoro, sui rituali del consumo dell’alcol e della letteratura, su quelli di una socialità da riconnettere, e sulla relazione con le reti “fuori mercato” e dell’economia solidale.

Un libro per rimescolare e rimescolarci. Rimescolare intrugli gradevoli, certo, e rimescolarci tra noi per discutere, leggere o, semplicemente, stare insieme. Un’idea regalo, uno strumento per stimolare discussioni, un mezzo per sostenere un’esperienza giornalistica on line che da dieci anni prova ad andare in profondità sulle vicende di malapolizia, sulle dinamiche nella sinistra, sulla costruzione dei movimenti sociali.

Una pagina facebook consentirà di entrare in contatto con l’autore e con la redazione per la distribuzione delle copie e l’organizzazione delle presentazioni.

Le illustrazioni sono di: Fogliazza, Marco Petrella, Alessio Spataro, 
Manuel De Carli, Matteo Fenoglio, Roberto Baldazzini, Vittorio Giacopini, 
Giulio Peranzoni, Lelio Bonaccorso, Alberto Pagliaro, Mattia Moscarelli, 
Daniela Pilastro. Disegno in copertina di Vittorio Giacopini; 
gli articoli sono di Vito Scalisi, Stefano Carmassi, Francesco Marchese, 
Gianluca Mengozzi, Checchino Antonini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

“Radicali” in Cgil, la sfida conflittuale a Landini

Centinaia di lavoratori alla presentazione del documento alternativo: “Le radici del sindacato”

Il conflitto russo-ucraino divide la sinistra anti-guerra

Il campo antimperialista alla prova dall'invasione dell'Ucraina. Chi rifiuta l'invio delle armi, chi lo ritiene inevitabile [Fabien Escalona]

Bioeconomia senza trucchi, scienziati in cerca di esperienze concrete

Non basta dirsi bio per sottrarsi alle logiche dell'economia fossile. Come partecipare alla conferenza multidisciplinare di Bioeconomia

Melilla, l’esternalizzazione delle frontiere uccide ancora

Sale il bilancio della strage di migranti a Melilla. Sanchez si complimenta con i gendarmi marocchini. Tweet choc di Salvini 

Nupes, Mélenchon vuole un gruppo unico, gli alleati no

La Nupes esita sulla sua modalità di organizzazione. Mélenchon propone un gruppo unico in Parlamento ma ... [Mathieu Dejean]