26.7 C
Rome
giovedì 13 Giugno 2024
26.7 C
Rome
giovedì 13 Giugno 2024
HomecultureStreet art finalmente in galera. Keith Haring in mostra a Marassi

Street art finalmente in galera. Keith Haring in mostra a Marassi

Venti opere di Keith Haring in mostra a Marassi, il carcere di Genova. Un progetto di Teatro Necessario

Metti un pomeriggio di primavera al vernissage di una mostra di uno dei più celebrati artisti contemporanei  statunitensi. Nella casa circondariale del Ministero della giustizia. Si, insomma, in carcere, in prigione, al gabbio… Ovvero in quell’istituzione totale che la cività occidentale ha da sempre preposto alla pena e (augurabilmente) alla rieducazione di quanti si rendono protagonisti della devianza rispetto alle sue  norme. E che, nella fattispecie, è la Casa circondariale di Marassi, nel cuore di uno dei più popolosi quartieri di Genova, letteralmente a fianco dello stadio di calcio. Col suo colpo d’occhio straniante di garitte di guardia blindate,  affondate in una foresta di condomini, che per un attimo non si capisce se sorveglino la popolazione “di dentro” oppure quella “di fuori”.

In esposizione, aperta fino al 29 maggio al pubblico esterno come a quello recluso, 20 opere di Keith Haring, padre nobile di tutta la street art di oggi, attivo  quando correvano i selvaggi anni Ottanta della Grande Mela. E l’arte di strada, prima di essere scoperta e glorificata nelle più glamour gallerie, veniva invariabilmente rubricata alla voce vandalismo e danneggiamento urbani. Reati che valevano ad Haring puntuali arresti da parte della polizia di New York.  Esiste quindi il filo rosso di un percorso accidentato con la Legge tra la biografia del famoso artista newyorchese e quella dei detenuti che hanno contribuito ad allestire la mostra. E che si mettono a disposizione come per le visite guidate all’esposizione. Regista dell’intero progetto è il Teatro Necessario, che all’interno del carcere ha collocato, primo caso in Italia, il suo Teatro dell’Arca, aperto ai genovesi con  la sua Rassegna Voci dall’Arca edizione 2022/23.

Il progetto Keith Haring coinvolge, infatti,  oltre all’amministrazione della Casa Circondariale di Genova Marassi, anche l’Associazione Teatro Necessario (Coordinamento progetto, ELV – CULTURE of Innovation (allestimento mostra, l’Accademia Ligustica di Belle Arti (coordinamento dei detenuti per la realizzazione del murale), la Fondazione Ordine Architetti (organizzazione convegno in concomitanza con la mostra e attivazione di crediti formativi per studenti di architettura, la Bottega Solidale (realizzazione maglietta e gadget a tema)e infine la Compagnia di San Paolo (principale sostenitore.

E se è vero che, come diceva Voltaire, il grado di civiltà di una nazione si giudica dalle sue carceri, buone notizie, per una volta, giungono da Genova.

 

Tutte  le info su

https://www.teatronecessariogenova.org/tno-tda/teatro-dellarca/

 

1 COMMENTO

  1. […] Il Secolo XIX > ANSA > Repubblica > Mente Locale > Babboleo > Liguria Day > Liguria Notizie > Visit Genoa > Ristretti > Genova Quotidiana > Virgilio > La Voce di Genova > Primo Canale > Ordine Architetti Genova > Ordine Avvocati di Genova > Fondazione Oage > Il Cirotano > Flipboard > Tiscali > Tutto Notizie > Point of News > Artribune > Primo Canale > Pop Off […]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Europee, Ilaria Salis ce l’ha fatta. Fine delle buone notizie

La sinistra c'è ma non si scolla dal Pd. L'onda nera c'è ma non ferma Ursula. Primi spunti sui risultati delle elezioni europee 

Le parole sono importanti!

Una lotta vittoriosa oltreoceano per combattere l’antiziganismo anche nell’arte 

Le elezioni non saranno una passeggiata per il Labour

“Stability is change” è lo slogan insipido di Starmer ma le voci alternative non stanno in silenzio [Steve Howell]

Una volta qui era tutto silenzio

Come il nostro mondo è diventato sonoro modificando profondamente le relazioni tra gli esseri viventi [Alice Bomboy]

Un ragazzo genovese inghiottito da una galera in Belgio

Da giorni non si hanno notizie di un 26enne, con problemi psichici, arrestato nelle Fiandre da due buttafuori violenti. L'allarme lanciato da Ilaria Cucchi