5.8 C
Rome
domenica 5 Febbraio 2023
5.8 C
Rome
domenica 5 Febbraio 2023
FILLEA CGIL: una storia lunga 136 anni, vai alla landing page
HomecultureIl ritorno di Harry Potter

Il ritorno di Harry Potter

J.K. Rowling immagina il celebre maghetto con qualche capello bianco in un racconto per il sito Pottermore.

di Giorgia Pietropaoli

il ritorno di Harry potter

Trentaquattrenne, con qualche capello bianco e con una misteriosa cicatrice sulla guancia: ecco Harry Potter vent’anni dopo lo scontro con Voldemort.
Se siete fan della saga di Harry Potter e vi siete chiesti che fine abbia fatto il vostro eroe preferito, la risposta potete trovarla sul sito Pottermore.com in cui la creatrice del maghetto più amato di tutti i tempi, la scrittrice britannica J.K. Rowling, ha pubblicato un racconto, di appena 1.500 parole, ambientato diciannove anni dopo la battaglia di Hogwarts.
Il punto di vista della narrazione è quello della cronista Rita Skeeter e per chi fosse curioso di scoprire più dettagli può trovare il racconto completo anche su Today.

In tanti sperano che questo sia soltanto il primo passo che condurrà la scrittrice a raccontare le nuove avventure del maturo Harry Potter. Non ci resta che aspettare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

Parla come te l’Intelligenza Artificiale di Microsoft parla come te

Dopo ChatGPT, la controversa IA di Microsoft che imita le voci. Il suo nome: Vall-E. IA sempre più realistiche e pericolose per la democrazi...

Che cosa ha prodotto l’Olocausto

Un saggio di Ernest Mandel: Premesse materiali, sociali e ideologiche del genocidio nazista

UK, successo dello sciopero di solidarietà e scuole chiuse

UK, sciopero nel settore pubblico e nelle scuole contro l'inflazione. La più grande mobilitazione dal 2011 [Marie Billon]

Francia, contro Macron le piazze più piene di sempre

I sindacati, sempre uniti, hanno vinto la loro scommessa martedì, dopo la prima mobilitazione del 19 gennaio. La battaglia continuerà il 7 febbraio

Iran, il vento del terrore di regime

Iran, nessun leader riformista osa denunciare la repressione della Repubblica Islamica [Jean-Pierre Perrin]