23.7 C
Rome
domenica 19 Settembre 2021
23.7 C
Rome
domenica 19 Settembre 2021
HomecultureIraq, cristiani perseguitati anche dalla lettera scarlatta

Iraq, cristiani perseguitati anche dalla lettera scarlatta

Per ordine dell’Isis i cristiani possono scegliere tra convertirsi all’Islam, pagare una tassa o morire. Le loro case sono state marchiate. Esodo di massa verso la Siria.

 

di Franco Fracassi

«N» per «Nazara», tradotto dall’arabo «cristiani». Anche l’Iraq ha la sua lettera scarlatta. Nel territorio controllato dai jihadisti dell’Isis le case abitate da cristiani vengono marchiate con la «N». Per decreto del leader dei fondamentalisti islamici Abu Bakr al-Baghdadi, i cristiani possono scegliere tra tre opzioni: convertirsi all’Islam, pagare la tassa riservata agli infedeli o morire. Solo quindici famiglie hanno finora accettato la conversione.

 

Molte delle abitazioni segnate dal marchio «N» sono state date alle fiamme, indipendentemente dall’opzione scelta dai loro proprietari.

 

Secondo le Nazioni Unite, è in corso un esodo di cristiani dall’Iraq in direzione della Siria meridionale, controllata dalle forze governative che fanno capo al presidente Bashar al Assad. Inutile l’appello del vescovo del Levante: «Rispettate i diritti religiosi. Rispettate i diritti di chi ha fede».

La Fatwa contro i cristiani emessa dal leader dell'Isis Abu Bakr al-Baghdadi.
La Fatwa contro i cristiani emessa dal leader dell’Isis Abu Bakr al-Baghdadi.

 

L’Isis aveva già messo in atto la stessa politica religiosa nel nord della Siria. Unica differenza: in Siria l’ultimatum scadeva dopo una settimana, in Iraq dopo solo due giorni.

 

Prima dell’invasione dell’Iraq da parte degli Stati Uniti in Iraq viveva un milione e mezzo di cristiani. Oggi ne restano solo duecentomila.

Una chiesa nel nord dell'Iraq devastata dalla furia dell'Isis.
Una chiesa nel nord dell’Iraq devastata dalla furia dell’Isis.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento, prego!
Inserisci il tuo nome qui, prego

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi articoli

«Non ci ammaleremo di paura». Gkn si prende Firenze

Firenze, è il giorno del corteo nazionale indetto dal Collettivo di Fabbrica Gkn contro i licenziamenti

Assemblea Gkn: ecco come bloccare le delocalizzazioni

Perché è illegittimo il comportamento dell'azienda nella delocalizzazione della Gkn. Un documento dell'assemblea permanente

Big Pharma, profitti alle stelle e quasi niente tasse

Denuncia di Oxfam ed Emergency: il monopolio sui vaccini anti Covid è una manna per le multinazionali e un genocidio per i paesi poveri

Gkn, gli operai che non rispettano il copione

Gkn. Marco Bersani spiega perché quella lotta parla a tutti noi , un appello della società della cura e un articolo di Francesco Locantore

Roma, chi fa cultura chiede buona politica

Un cartello di associazioni, in rappresentanza di migliaia di operatori e utenti, ha stilato un manifesto da sottoporre ai candidati